Boscoreale, Sel incontra Capomacchia. Si discute di ambiente, legalità, giovani e cultura

163

Sel incontra il commissario prefettizio di Boscoreale Michele Capomacchia per discutere dei problemi che la precedente amministrazione non ha risolto.

La riunione si è tenuta giovedì 23 agosto presso la sede del palazzo municipale di Piazza Pace, e sono state affrontate tematiche come l’ambiente, la raccolta differenziata, la legalità e i giovani e la cultura.

In primis si è discusso del dramma che ancora vivono i cittadini di via Panoramica, quello dei miasmi causati dal biogas che fuoriesce di notte dalla discarica Sari, rendendo l’aria irrespirabile. Sel ha chiesto a Capomacchia di intervenire per accelerare i tempi di insediamento dei captatori per la trasformazione del biogas in energia. È prevista per il 5 settembre una conferenza di servizio regionale per approvare l’impianto, a cui parteciperà anche il commissario prefettizio di Boscoreale.

Altro problema affrontato è stato l’incremento della raccolta differenziata. Sel propone alla nuova amministrazione di promuovere attività di comunicazione e partecipazione dei cittadini per migliorare il sistema di raccolta dei rifiuti.

Nell’agenda del comune di Boscoreale sembra entrare anche la tematica dei giovani, che sempre più numerosi, abbandonano il territorio per costruirsi altrove un futuro migliore, o anche per socializzare con altre realtà culturali e sociali. Durante la riunione si è parlato infatti di assegnare ai giovani dei luoghi comunali per produrre cultura e partecipazione democratica, sottoforma di volontariato.

La fiducia dei cittadini verso le istituzioni, il capitale sociale assente, secondo Sel può essere recuperato anche attraverso un maggiore impegno sulla legalità, allontanando dall’amministrazione i gruppi di potere clientelari e camorristici, attuando ad esempio, metodi trasparenti nell’assegnazione di gare.

“Sel aspetta con fiducia che quanto detto e promesso dal commissario Capomacchia venga attuato nei fatti- afferma Sergio D’Alessio-. Noi vigileremo l’evolversi dei fatti e saremo da pugnolo verso il commissario affinché risponda positivamente ai punti esposti, per il bene dei cittadini e della città. Sinistra ecologia e Libertà- conclude-, nelle prossime settimane sarà nei quartieri del paese per redigere il programma politico da presentare alle prossime elezioni amministrative, dal popolo e per il popolo”.

Giovanna Sorrentino

Lascia una risposta