Giovan Francesco de Ponte: in nome della libertà

391

In nome della libertà sarà il motto della rievocazione storica dedicata al giurista Giovan Francesco de Ponte (1541-1616 ) di origine maiorese, la cui anteprima si terrà domani 24 agosto alla torre La Cerniola di Erchie (Maiori) alle ore21.30.La manifestazione, ideata ed organizzata dalla Amministrazione comunale di Maiori con la collaborazione dell’Associazione culturale La Feluca e dell’Associazione artistico – culturale Atellana, si propone di recuperare un importante pezzo di storia che ha contribuito alla libertà dello Stato di Amalfi. La performance rievocativa di presentazione vedrà gli attori della compagnia Atellana in costume con il sottofondo musicale della flautista Colette Manciero e le percussioni dei Discede sulla splendida terrazza della Torre di Erchie. L’illustre personaggio, sottratto all’oblio del tempo da una fruttuosa ricerca  storica,  rivive  nella  rappresentazione scenica i momenti  salienti della  sua  vicenda  umana  nel contesto storico del tempo.

Giovan Francesco de Ponte oppose orgogliosa  resistenza all’infeudazione dello Stato di Amalfi affinché rimanesse nel regio demanio, ossia alle dirette dipendenze del sovrano. Evitò l’agonia  della libertà dei suoi abitanti e si adoperò per  sottrarli alle angherie e ai soprusi di un prepotente padrone. Protesse e diresse i procuratori speciali dei comuni da Positano a Cetara, a Tramonti, che, riunitisi in Napoli  riscattarono lo Stato amalfitano.

Nel 1611 il de Ponte si oppose ancor più  fieramente alla asservimento di esso.  Ne difese  coraggiosamente  la  libertà  a  rischio  di  essere  chiamato ribelle.

Share

Lascia una risposta