Emergenza sicurezza ad Ercolano: ad un anno dalle denunce niente si è mosso

197
Più di un anno è passato dalla richiesta di intervento sul fronte sicurezza  mossa dai residenti della frazione  Miglio d’Oro a Ercolano ma ad oggi nulla si è fatto per quanto meno arginare un’emergenza che compromette negativamente la qualità d’esistenza degli onesti contribuenti. Scippi, atti di bullismo e rapine, spesso non denunciate dalle giovani vittime per paura di ritorsioni, si susseguono senza che alcuna istituzione prenda seriamente atto di una vicenda che rasenta  la farsa. Con un mausoleo all’inutilità firmato Ministero della Difesa consistente nella struttura che avrebbe dovuto ospitare la nuova caserma dei Carabinieri proprio a ridosso della circumvesuviana del Miglio d’Oro  incredibilmente sotto sequestro  da tempo e con la postazione mobile dei vigili urbani anelata da anni dai residenti ( senza che però l’amministrazione comunale ottemperasse poi a tale richiesta) i cittadini si chiedono che fine abbiano fatto i consiglieri comunali e i politici che in periodo elettorale sbandieravano la riqualificazione dell’area a 360°. Persino la circumvesuviana del Miglio d’oro è sprovvista di biglietteria per l’alto numero di rapine subite. “Ci troviamo ancora una volta – ha commentato l’esponente del PDL Aniello De Rosa- a fare i conti con un lassismo governativo e con una discrepanza di vedute che a livello istituzionale penalizza da sempre una delle realtà più rappresentative dell’hinterland vesuviano. Invitiamo i cittadini ad unirsi in una pacifica lotta finalizzata alla richiesta d’intervento dell’amministrazione comunale che non può più temporeggiare dinanzi ad un simile sfacelo. E’ in gioco l’incolumità e la qualità d’esistenza di onesti cittadini : credo che questo sia il punto centrale di una questione che deve essere affrontata e risolta in tempi utili all’interno dell’assise locale con la massima professionalità dal sindaco Vincenzo Strazzullo”. Proprio sul leader Strazzullo si concentrerebbero maggiormente le polemiche dei residenti che accusano il primo cittadino di immobilismo e scarsa capacità d’analisi delle reali emergenze comunitarie. Strazzullo che pochi anni fa aveva ottenuto alle urne consensi plebiscitari sarebbe oggi in caduta libera nella considerazione di un elettorato che forse non perdona al noto politico di aver tradito le aspettative di chi come lui è nato e cresciuto a Ercolano.
Alfonso Maria Liguori
Share

Lascia una risposta