Salerno, inchiesta “Due Torri”: la giunta di Cirielli si costituisce parte civile

175

La Giunta provinciale, su relazione del presidente Edmondo Cirielli, ha deliberato di costituirsi parte civile contro alcuni dipendenti della Provincia, che insieme ad un gruppo di imprenditori, risultano implicati nel procedimento penale relativo all’inchiesta “Due Torri”. Su relazione dell’assessore Marcello Feola, è stato deliberato di approvare il Progetto preliminare dei lavori di manutenzione straordinaria da eseguirsi per la sistemazione dell’area di gioco esterna del Liceo socio-psico-pedagogico “De Fillippis” in Cava de’Tirreni. Su relazione dell’assessore Matteo Bottone, la Giunta ha approvato lo schema di protocollo d’intesa tra l’Amministrazione provinciale, la città di Cava de’Tirreni, il Comune di Vietri sul Mare e il Comune di Amalfi, ai fini della realizzazione del progetto di interesse turistico-culturale “Pandora ritrovata. Il Mito riconquistato”. Su relazione dell’assessore Mario Miano, la Giunta ha preso atto del perdurare dello stato di emergenza fitosanitaria ed economica derivante dalla diffusione del parassita Dryocosmus kuriphiulis, il cosiddetto cinipide galligeno del Castagno, in tutte le aree castanicole del territorio provinciale, come certificato dai provvedimenti emanati dal competente Settore della Regione Campania e richiamati in narrativa, e chiederà al Ministro per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali: l’esclusione del settore castanicolo dal Piano Assicurativo Agricolo Nazionale, in quanto atto propedeutico alle azioni di sostegno alle imprese del settore, gravemente danneggiate dall’emergenza fitosanitaria derivante dalla diffusione del parassita; il riconoscimento dello stato di calamità, prevedendo, a beneficio delle aziende castanicole campane, forme di indennità al mancato reddito, consistenti in sgravi fiscali e contributivi, aiuti in regime di de minimis, blocco dei mutui agrari; l’inserimento della castagna nel segmento della frutta in guscio, affinché il settore, oggi escluso, sia sostenuto dai benefici provenienti dalla PAC. Chiederà, inoltre, alla Regione Campania l’inserimento nel Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013 e, comunque, nella nuova programmazione comunitaria per il periodo 2014/2020 di una specifica azione atta alla concessione di aiuti alle imprese castanicole per l’esecuzione di operazioni colturali finalizzate alla conservazione degli impianti ed alla difesa della produzione.

Infine, su relazione dell’assessore Gerardo Marotta, la Giunta ha deliberato di dare atto della opportunità di istituire una sede staccata dell’istituto IPSS di Sarno nel tenimento comunale di Castel San Giorgio e che il Comune di Castel San Giorgio intende concedere in comodato d’uso gratuito alla Provincia di Salerno una struttura di sua proprietà in località Torello.

Lascia una risposta