Napoli, i napoletani pagano colazione e biglietto aereo alla turista scippata e malmenata a via Foria

Stamattina  è stata dimessa dal Loreto Mare la turista inglese che qualche giorno fa era stata scippata e picchiata a Via Foria a Napoli. Secondo una nuova ricostruzione dei fatti il criminale che l’ ha derubata una volta sottrattole la borsa è tornato indietro e l’ ha sbattuta con la faccia contro una colonnina dell’ Enel causandole un trauma cranico- facciale. Un gesto forse dovuto all’ insoddisfazione per la refurtiva sottratta alla donna. La gara di solidarietà per questa signora da parte della Napoli migliore non si è fatta attendere. “Al Loreto Mare dove è stata ricoverata per giorni ci siamo presentati con dolci napoletani e le abbiamo fatto servire un pranzo con le specialità tipiche della nostra terra. Noi crediamo che alla nuova ondata criminale che sta colpendo Napoli e provincia in questi mesi dobbiamo rispondere con uno slancio di amore e generosità. Per questo sosteniamo la nascita dell’ associazione di imprenditori The Best Naples ( il meglio di Napoli ) che si occuperà di sostenere e aiutare innanziututto i turisti o gli stranieri che vengono in città e subiscono aggressioni, rapine o pestaggi gratuiti ma anche gli stessi napoletani spesso indifesi nei confronti della macro e micro criminalità. E’ assurdo che un giovane possa essere sparato nel tentativo di rubargli la macchina come è successo ai Camaldoli l’ altro giorno. Siamo vicini anche a lui”.
“Alla violenza di poche bestie – concludono Borrelli e Attansio – bisogna rispondere con l’ amore della maggiornaza dei napoletani. Tra l’ altro vorrremmo far presente che la gran parte delle aggressioni avvengono da tempo in una zona circoscritta della città compresa tra il Museo Nazionale e i baretti di Via Chiaia. Noi crediamo che con controlli migliori e più frequenti il fenomeno possa essere arginato”.
“Ho accompagnato e acquistato i biglietti aerei alla signora inglese ed alla sua amica – spiega l’ imprenditore Roberto Fogliame che si è preso un giorno di ferie per seguire le vicissitudini della turista – perchè voglio che nonostante la brutta esperienza nel cuore porti sempre anche il ricordo della Napoli positiva. L’ ho fatto sia per amore della mia città sia in onore di uno dei punti di riferimento della mia vita cioè Giancarlo Siani che è un esempio da seguire e in nome del quale mi impegnerò assieme ad altri amici in questa nuova battaglia contro la nuova ondata di estrema violenza criminale che ci sta colpendo e a cui rispondiamo con l’ amore dei veri napoletani”.
“Ho offerto la colazione presidenziale alla turista inglese ed alla sua amica – ha spiegato il titolare del Gambrinus Antonio Sergio – perchè è un dovere mostrarle l’ altra faccia di Napoli che è maggioritaria ma spesso poco evidente. Le ho anche regalato una tazzina da caffè realizzata per i 150 anni del Gambrinus”.
Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCastellammare, lettera aperta di Russo (Pd) a Bobbio: “Hai fallito, salvo solo Pozzano”
SuccessivoTerme di Stabia, corteo con gli studenti: Bobbio-sceriffo chiede l’autorizzazione dei genitori
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.