Castellammare: le Fontane del Re, nel cuore della città

683

Castellammare di Stabia: cresce l’entusiasmo e l’ottimismo per il VI censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, indetto dal Fondo Ambiente Italiano (FAI) in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che chiede ai cittadini di indicare i luoghi che sentono particolarmente cari e importanti e che vorrebbero fossero ricordati, riqualificati e conservati intatti per le generazioni future. Sesto posto nella classifica on-line del censimento e più di quattromila adesioni raccolte a sostegno delle Fontane del Re di Quisisana.

Lo scorso mese di agosto, per la città di Castellammare di Stabia un gruppo di associazioni locali ha ritenuto opportuno iscrivere al censimento un luogo molto significativo dal punto di vista storico e culturale oltre che ambientale e paesaggistico: le Fontane del Re. Si tratta di un gruppo di fontane monumentali, realizzate nel Settecento dai Borbone per impreziosire il Parco arboreo del Palazzo reale di Quisisana, alle pendici del Monte Faito nel Parco Regionale dei Monti Lattari. Monumenti che oggi versano, disgraziatamente, in uno stato di misero abbandono, ricoperti di rifiuti e sfigurati da atti di insensato vandalismo.

In questi mesi – raccontano i promotori – le Fontane del Re sono entrate nel cuore della città,  la raccolta delle adesioni ha riscosso un grande consenso popolare, tra i firmatari anche il Vescovo di Castellammare Francesco Alfano, ed è arrivato anche il sostegno dell’amministrazione comunale che – come ha riferito il vicesindaco Giuseppe Cannavale – ha tra le sue priorità proprio il recupero di Quisisana.

L’iniziativa – fanno sapere i promotori – volge quasi al termine, la raccolta delle adesioni terminerà il prossimo 31 ottobre, ed è necessario un ultimo sforzo comune per consolidare l’ottimo risultato fin qui ottenuto. Per chi non ha ancora votato, è possibile aderire on-line collegandosi al sito web www.iluoghidelcuore.it scegliendo la scheda “Boschi di Quisisana, le Fontane del Re”, oppure firmando gli appositi moduli  disponibili in numerosi negozi cittadini e nelle manifestazioni pubbliche a sostegno del censimento.

Le associazioni hanno in programma per fine settembre un ricco cartellone di eventi promozionali. Sabato 29 alle ore 10.30 ci sarà l’attività “Puliamo il Mondo” con i circoli Legambiente “Woodwardia” e “GEN” che condurranno la pulizia dei boschi e delle fontane di Quisisana. Oltre agli ambientalisti saranno impegnati nella pulizia di Quisisana, numerosi studenti del Liceo Scientifico “F. Severi”, dell’Istituto polispecialistico “Vitruvio”, dell’Istituto Alberghiero IPSAR “R. Viviani”. In concomitanza sei classi di 5° elementare dell’ IC 5° K. Wojtyla avranno la possibilità di seguire lezioni sia naturalistiche che storiche e di svolgere attività ricreative e culturali.

Domenica 30 alle ore 10.00 è prevista l’escursione storico-naturalistica “Alla scoperta dei luoghi perduti”, guidata dal gruppo degli Escursionisti Stabiesi di Liberoricercatore.it, una passeggiata da Piazza Giovanni XXIII ai Boschi di Quisisana. Arrivati alle Fontane del Re i partecipanti potranno assistere, alle ore 11.30, al monologo “Quisisana si racconta”, ideato e realizzato dall’artista stabiese Aniello Lascialfari.

Ferdinando Fontanella

Il vescovo Alfano  firma per salvare le Fontane del Re

I cittadini seguono i lavori per il censimento FAI

Il vicesindaco Cannavale conferma il sostegno al recupero delle Fontane del Re

 

Le Fontane vandalizzate

Monumenti tra i rifiuti e il degrado

Le vasche distrutte, si spera nel FAI per il restauro

Share

Lascia una risposta