Castellammare, Eavbus: dipendenti in agitazione

291

Agitazione dei dipendenti Eavbus: stamattina trasporto pubblico fermo. Sono circa 50 gli impiegati dell’Eav  a Castellammare, protestano perchè per la loro azienda si profila il fallimento. Esasperati da certezze sul loro futuro occupazionale stamattina i lavoratori stabiesi hanno parcheggiato di traverso due autobus ed hanno bloccato la circolazione dei pullman, anche quelli del servizio scolastico. Striscioni di protesta contro l’assessore regionale ai Trasporti Vetrella. Circa 40 milioni di euro di debiti e 1300 dipendenti in tutta la Regione Campania. Sono questi i numeri da brivido che caratterizzano la vertenza dei lavoratori dell’Eavbus, il consorzio regionale del trasporto pubblico su gomma. Sono in attesa del pagamento dello stipendio dello scorso mese di ottobre ma quello che preoccupa di più i lavoratori è l’incertezza del loro futuro. L’assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella nelle sue ultime dichiarazioni ha lasciato intendere che la Regione non è più intenzionata ad investire nell’Eav che già da alcuni messi è un’azienda in liquidazione guidata dal commissario Pepe. A quattro anno dalla sua formazione il consorzio dell’Eavbus rischia il tracollo. Insieme ai dipendenti di Castellammare in tutta la Regione sono state messe in campo azioni di protesta che culmineranno questa sera in un corteo cittadino a Napoli: tappa finale della marcia dei lavoratori sarà palazzo Santa Lucia, la sede della Regione Campania. Qui alle 19 è in programma un tavolo tecnico tra l’assessore Vetrella, il governatore Stefano Caldoro e i rappresentanti sindacali a livello provinciale e regionale.

Raffaele Cava

Share

Lascia una risposta