Boscoreale, camorra: Comune aderisce stazione unica appaltante

200

E’ stata adottata ieri, dal Commissario Straordinario, la deliberazione di adesione alla Stazione Unica Appaltante, istituita presso il Provveditorato interregionale alle OO.PP. per la Campania ed il Molise, organismo previsto dal Codice degli Appalti pubblici e forniture, con il compito di curare le procedure di aggiudicazione di contratti di lavori pubblici, di prestazioni di servizi e di acquisti di beni e forniture, e con lo scopo di garantire maggiore sicurezza e trasparenza nelle procedure di aggiudicazione di lavori pubblici e forniture di servizi.
L’iniziativa punta a diffondere maggiore fiducia tra gli operatori economici e allo stesso tempo ad assicurare la trasparenza, la regolarità e l’economicità della gestione dei contratti pubblici, con il fine preminente di prevenire il rischio di infiltrazioni mafiose nell’espletamento delle gare d’appalto.
Il ricorso alla Stazione Unica Appaltante, che assume la qualità di “centrale di committenza”, avviene per gli appalti di lavori pubblici del valore pari o superiore a 250mila euro, e forniture e servizi di importo pari o superiore a 200mila euro.

Share

Lascia una risposta