Pimonte: stop al mercato domenicale dal 9 dicembre

158

Il mercato domenicale? Sarà sospeso a partire dal 9 dicembre, in attesa di trovare una nuova sistemazione agli ambulanti. E’ la clamorosa decisione presa dalla maggioranza nell’ultimo Consiglio comunale, che ha suscitato le forti proteste del gruppo di opposizione Pimonte nel cuore. Secondo i fedelissimi del sindaco Michele Palummo infatti, l’area antistante il cimitero (che da un anno e mezzo circa ospita il mercato) non rispetterebbe gli standard sicurezza previsti dalle vigenti normative. “Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni da parte delle forze dell’ordine – ha affermato il primo cittadino -, che ci suggeriscono di spostare quanto prima i “bancarellari” da quella zona. Ma lo avremmo fatto a prescindere, visto che quella zona rappresenta il biglietto da visita del paese ed era esteticamente brutto consegnare ogni domenica mattina le chiavi del paese agli ambulanti”. Il gruppo di maggioranza ha inoltre deciso di istituire una commissione ad hoc, “al fine di individuare quanto prima una nuova area mercatale”, ma l’impressione è che lo stop agli ambulanti duri almeno fino a dopo le festività natalizie. La vicenda ha provocato un duro scontro, in aula consiliare, con una parte dell’opposizione. “La sospensione del mercato è una scelta antipopolare – afferma Carmine Palomba, consigliere di Pimonte nel cuore -. Non dimentichiamo che gli ambulanti pagano regolarmente il suolo pubblico e che, se si volevano fare le cose per bene, bastava individuare prima la nuova area e poi trasferire il mercato, senza provvedere alla sospensione. A questo punto – continua -, è lecito aprire una riflessione per capire se dietro questo blitz non ci siano secondi scopi”. Le attenzioni sono rivolte ad una recente riunione dei commercianti, a cui avrebbe partecipato anche il sindaco Palummo, durante la quale si sarebbe affrontato il problema del mercato e delle ormai imminenti festività natalizie. “Non vorremmo che sia stato fatto un favore ad alcuni amici dell’amministrazione – affermano gli esponenti di Pimonte nel cuore -, a discapito dei tanti pimontesi che, ogni domenica, affollano le bancarelle dei mercatari a caccia di qualche affare”. Anche gli ambulanti intanto sono sul piede di guerra e, nei prossimi giorni, non è esclusa la nascita di un comitato contro la decisione del Comune. “Abbiamo le relazioni dell’ufficio tecnico del Comune e della polizia municipale che attestano l’idoneità dell’area del cimitero a svolgere il nostro lavoro – affermano -. Riteniamo che la sospensione sia un provvedimento da condannare, che non rispetta il nostro lavoro e che arreca, tra l’altro, un disservizio a tanti cittadini pimontesi”.

 Francesco Fusco

Share

Lascia una risposta