Vittoria ritrovata per CTL Campania

200

Campania ritorna alla vittoria contro il Grottaglie grazie a una prestazione di carattere. ‘Guerrieri’ rimaneggiati (fuori Di Palma e Lopetrone, in pratica il centrocampo titolare), ma dopo un solo giro di lancette l’emergenza aumenta: paura per una forte pallonata che finisce sull’occhio di Olivieri, costretto a uscire. Il tecnico napoletano mette dentro Trematerra (reduce da una settimana di influenza) che fa coppia inedita in mediana con Baratto. Davanti il più giovane dei due Marco Di Matteo è supportato dal suo omonimo 32enne e dai baby Narciso e Keita sugli esterni. Il Campania passa nel primo dei tre minuti di recupero: Baratto recupera palla in mezzo al campo e serve in profondità Narciso che calcia sul portiere in uscita, lo stesso Baratto la riprende e tira, sottomisura è decisiva la zampata di Di Matteo (classe ’87). Nella ripresa il Grottaglie pareggia alla prima incursione offensiva: tutto inizia con Cristofaro che con un gran destro dalla cort distanza testa i riflessi di Vigliotti bravo a deviare in angolo. Dal corner Pinto stacca più in alto di tutti e coglie la traversa, Lenti il più lesto a trovare il tap-in vincente. I ‘guerrieri’ reagiscono alla grande e provano subito a riportarsi avanti rendendosi pericolosi in più circostanze poco dopo la mezzora. Russo incorna alla perfezione un angolo ma Pinto salva sulla linea, sul corner seguente Pellini schiaccia di un soffio a lato. Al 33’ chance per Trematerra che arriva col passo lungo su un rigore in movimento. A -8’ dalla fine il Campania rimette la testa davanti: lancio dalle retrovie, Puca fa la sponda per Baratto che con un diagonale chirurgico segna il 2-1. Poco prima del triplice fischio finale il tris firmato da Di Matteo (classe’ 80) che deposita in rete al termine di una pregevole azione personale.
SPOGLIATOI
“La vittoria che ci voleva”. Si gode appieno il ritorno al successo il patron del Campania Giovanni De Micco: “E’ quello che ci voleva dopo tre sconfitte consecutive e un periodo abbastanza difficile, sia per gli infortuni che per altre problematiche. E contro il Grottaglie dopo pochi secondi abbiamo perso pure Mimmo Olivieri. Come a Matera abbiamo giocato senza tre centrocampisti, chiaramente importanti per noi: il merito va ai ragazzi che hanno voluto fortemente la vittoria e alla fine vittoria è stata”. A chi gli fa notare che Baratto, un difensore puro, si è rivelato un ottimo centrocampista, il presidente risponde che “Baratto è uno dei calciatori ‘guerrieri’ che abbiamo scelto e che sappiamo quello che è capace di dare. Il merito è di tutta la squadra che ha fatto una prova importante e di carattere. Non era facile dopo tre ko di fila, sette gol subiti e zero fatti ed in una precarietà ‘stabile’: il ‘Collana’, per esempio, l’abbiamo visto per l’ultima volta venti giorni fa. Il Campania è una squadra che si deve salvare, ho detto ai ragazzi che l’obiettivo è mantenere la categoria. Dobbiamo avere l’umiltà di capirlo e di giocarcela fino all’ultimo istante con il massimo della nostra forza perché questo è un campionato difficile, la stessa partita col Grottaglie era difficilissima: per questo va il mio plauso ai ragazzi e al mister, che ha indovinato tutti i cambi nei momenti giusti: questa la bravura degli allenatori”. Il nuovo arrivato Marco Di Matteo si gode vittoria ed il primo gol col: “E’ stata una bella emozione segnare con questa maglia. Spero di poter contribuire con i miei gol alla salvezza”. “Un risultato importante ed una vittoria meritatissima”: sorride a fine gara mister Rosario Campana. “Faccio i complimenti ai ragazzi – dice il tecnico napoletano – perché ci sono squadre che spendono fior di milioni e se hanno qualche giocatore che ha un po’ di febbre si lamentano. Noi stiamo dall’inizio del campionato in condizioni sicuramente non adeguate a quello che è un torneo di serie D, ma non per colpa del presidente, anzi, lui cerca di darci il massimo in tutte le situazioni. Se qualcuno stesse dietro a tutto quello che stiamo passando quest’anno si renderebbe conto che la nostra salvezza vale più della vittoria di un campionato. Le difficoltà che abbiamo quest’anno ammazzerebbero anche un elefante. Avevo mezza squadra fuori tra infortuni e influenza di questa settimana, credo che questa è una vittoria che va dedicata ai ragazzi che fino all’ultimo secondo hanno messo il cuore oltre a quella che possa essere una grande mole di gioco e una grande sagacia tattica. Io cerco di far diventare universali i miei giocatori perché noi abbiamo poche possibilità nel senso che cerchiamo di avere un gruppo unito ma sicuramente non con delle grosse individualità. Tutti i giocatori si allenano per essere pronti all’occorrenza in qualsiasi ruolo”.

Il tabellino

CTL CAMPANIA 3
GROTTAGLIE 1

CTL CAMPANIA: Vigliotti, Pellini, Cavallini, Russo, Bosco, Olivieri (7’pt Trematerra), Baratto, Narciso (15’ st D’Agostino), Di Matteo I, Keita (24’ st Puca), Di Matteo II. A disp.: Chimenti, Fiorillo, D’Alterio, Sommella. All.: Campana.
GROTTAGLIE: Anastasia, D’Angela, Mitrotti, Buono, Danese (38’ st Pignatelli), Cristofaro (45’ st Presicci), Lenti, Salvestroni, Pinto, Radicchio, Rebecca. A disp.: De Gennaro, Carruezzo, Schiavone, Pisani, Zito. All.: Pellegrino.
ARBITRO: Bruni di Fermo.
MARCATORI: 46’ pt Di Matteo II, 17’ st Lenti, 37’ st Baratto, 48’ st Di Matteo I.
NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Puca e Mitrotti. Angoli 4-3 per il Campania. Rec.: pt 3’, st 3’.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta