San Giorgio a Cremano, grande successo per “Una strada…tanti presepi”

318

Si conclude con un enorme successo la seconda edizione dell’iniziativa “Una strada…tanti presepi”, promossa dall’associazione “Arte e Cultura”. Un presepe vivente, allestito presso l’istituto scolastico “Enrico Medi”, ha fatto da sfondo alla premiazione dei migliori presepi scolastici, uno per le elementari ed uno per le medie votati dalle migliaia di visitatori durante  le festività natalizie, e del miglior presepe dei commercianti valutato da una commissione di esperti. Alle classi vincitrici dei due migliori presepi scolastici è stato offerto materiale didattico dall’associazione “Arte e Cultura”, mentre gli esercenti vincitori del premio per il miglior presepe nella categoria “commercianti” avranno in dono un viaggio per due persone in una meta a scelta. La manifestazione ha avuto luogo anche quest’anno lungo le strade del rinomato “Villaggio Corsicato”, zona a nord della cittadina vesuviana. Via Salvator Rosa, via Ugo Foscolo e via Salvo D’Acquisto sono divenute  un presepe “naturale” e itinerante. È lo scenario che sangiorgesi e residenti dei comuni limitrofi hanno potuto ammirare a partire per circa un mese, per l’intero periodo delle festività natalizie. «Ci siamo costituiti come associazione culturale, senza scopo di lucro, il 31 maggio di quest’anno – ricorda il presidente di “Arte e Cultura” Lorenzo Sonnino – il nostro meraviglioso cammino nasce da una passione profonda dell’arte presepiale e della cultura. Il successo della prima edizione 2011 va attribuito a tutti i nostri soci che, con entusiasmo e grandi sacrifici, hanno promosso il progetto divulgato su tutto il territorio con l’auspicio di perseguire gli stessi fini anche nel futuro». «Obiettivo principale di questo progetto è quello di recuperare e promuovere i valori di una tradizione che si è tramandata intatta dal Settecento ad oggi – aggiunge Sergio Landolfi, ideatore e organizzatore dell’evento nonché titolare della omonima farmacia sita in via Salvator Rosa – ma che qualcuno vorrebbe commercializzare inserendo nel presepe elementi che nulla hanno a che fare con l’originale e autentica arte presepiale partenopea. Come l’anno scorso, i veri protagonisti sono stati i bambini che hanno potuto esprimere al meglio le loro potenzialità nella realizzazione dei presepi della propria scuola di appartenenza». L’associazione Arte e Cultura è proprio nel mondo della scuola che sta inoltrando il concreto e fattivo messaggio della sua attività sociale, avendo già organizzato, a livello sperimentale finora con l’obiettivo di estenderlo in tutti gli istituti scolastici cittadini, un corso di giornalismo insegnato a circa 150 alunni del terzo circolo didattico “Don Milani” di via San Michele.

Claudio Di Paola 

Lascia una risposta