Cambia copione di Gomorra 2. Ci saranno tre eroi positivi.

338

manifesto-no-gomorra-2“Sono molto soddisfatto nell’ aver appreso che la produzione di Gomorra 2 ha modificato il copione della fiction – dichiara il Presidente della Municipalità Angelo Pisani che aveva vietato le riprese della serie tv – inserendo tra i personaggi tre figure positive  “che rappresenteranno l’altra Scampia, quella che si oppone ogni giorno alla camorra. Saranno inseriti il papà di un bambino, un ambulante che lavora nel quartiere e un altro personaggio legato al territorio”.

E’ una vittoria del quartiere e dell’ intera città. Alla fine anche se ho ricevuto critiche durissime la scelta della produzione dimostra la fondatezza della nostra battaglia. Era impensabile infatti che per l’ ennesima volta Scampia fosse dipinta come il male assoluto ed il regno della camorra senza la presenza di alcuna figura positiva di cui invece il quartiere è strapieno. Adesso sono pronto a dare l’ autorizzazione per le riprese anche subito”.
“Siamo contenti che ha prevalso il buon senso. La fiction – dichiarano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli ed il prete anticamorra Don Aniello Manganiello – come era stata concepita inizialmente era solo l’ ennesima pubblicità negativa e ingiusta verso Napoli ed il mezzogiorno. Adesso invece ci saranno anche protagonisti positivi che tra l’ altro sono la maggioranza della popolazione di Scampia. Questa vicenda deve essere di monito a tutti coloro che vogliono infangare e speculare sul nostro territorio che ha tanti problemi ma anche enormi pregi e aspetti positivi. Ci auguriamo chein futuro tutti i Sindaci ed i presidenti di municipalità seguano questo esempio concordando con le produzioni televisive i copioni dei film che vogliono girare in Campania che si occupano di camorra o criminalità in genere. Infine ribadiamo la nostra stima allo scrittore Saviano e non ci associamo agli striscioni o alle accuse nei suoi confronti. E’ la criminalità non Saviano uno dei principali problemi di questo quartiere che è bene ricordarlo sempre non ha neanche un cinema, un pub e neppure uno sportello bancomat”.
Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta