Politiche 2013: Langella, il Movimento Popolare Campano mai con Monti

206

Assessore Pietro LangellaRaggiunto telefonicamente l’assessore provinciale Pietro Langella ci ha confermato la sua coerente scelta di centro, il “Vero Centro” come ha tenuto a precisare. Una scelta che però nulla ha da spartire con la lista Monti. Anzi per Langella proprio lo schieramento del premier uscente rappresenta quanto di più lontano è dal modo di vedere il governo dei territori partenopei, regionali e nazionali. Una scelta politica, quella di Langella, che proprio partendo dal basso, dai problemi delle popolazioni campane e dalle esigenze del territorio, lo vede come uno dei fondatori del Movimento Popolare Campano, il nuovo soggetto politico che mira a portare queste tematiche ad un posto di primo piano nella politica nazionale.

Del resto nelle ultime interviste rilasciate al nostro giornale era ben chiara la posizione di Pietro Langella che alla vigilia della campagna elettorale aveva abbandonato l’UdC proprio a causa della svolta pro-Monti del suo leader Casini. Una scelta che stando a quanto va delineandosi all’orizzonte è una scelta che può solo portare i centristi di Monti a fare da stampella a Bersani in caso di pareggio.

«I corvi che hanno avvicinato il mio nome alla lista Monti o sono tristemente disinformati oppure hanno tentato, in malafede, di mettermi in cattiva luce con i miei elettori in questa bellissima esperienza che mi vede candidato nella lista del PdL al Senato della Repubblica. Insieme a tanti amici abbiamo deciso di essere protagonisti della nostra politica e della nostra storia e lavorare per i territori di cui siamo rappresentanti. Nasce così il Movimento Popolare Campano che intende proporsi come una forza di centro fortemente legata alle esigenze dei nostri territori. Del resto, e la mia storia politica lo dimostra, sono sempre stato un uomo di centro e non avrei mai accettato una eventuale sterzata a sinistra del mio ex schieramento con l’asse Monti-Bersani.

Oggi devo ringraziare il PdL che ha voluto ospitarci e nella fattispecie permettermi di essere candidato nella lista per il Senato in qualità di indipendente e rappresentante proprio del MPC. Una scelta per il centrodestra nella quale tengo a precisare che il Movimento Popolare Campano vuole rappresentare il centro, anzi, come più volte ho spiegato il “Vero Centro” e lavorare per quanti si aspettano da noi, che ben conosciamo i problemi locali, delle concrete soluzioni agli annosi problemi campani».

Inoltre, relativamente alle voci circolate in mattinata circa un disgregamento del gruppo che da sempre appoggia politicamente l’assessore Langella, lo stesso ci ha così dichiarato: «Vengo da una cultura che sa ben distinguere i rapporti politici dai rapporti umani. Per quanto riguarda i rappresentanti dell’Udc di Torre Annunziata, Lafranca, Donadio e Ossame, posso tranquillamente affermare che sono miei amici e che mi sembra abbiano espresso l’intenzione di appoggiare la mia candidatura. Non ho timore però a dire che se non dovessero fare questa scelta politica, domani saranno, ancora di più, miei carissimi amici».

Luca Paolo Cirilllo

Share

Lascia una risposta