Mazzarri:”Non guardo la classifica,dobbiamo crescere”

136

Mazzarri 2012Walter Mazzarri ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine del match tra Napoli e Catania. Ecco quanto evidenziato:

“Non riesco a guardare la classifica e cambiare mentalità e atteggiamento. Non bisogna distrarsi per crescere e continuare a fare quel che abbiamo fatto in questi tre anni e mezzo. Dobbiamo pensare che ogni partita è difficile, come del resto abbiamo visto anche oggi e a Parma. Mai abbassare la guardia, alla fine poi vedremo. Ci sono state diverse situazioni in cui oggi abbiamo perso palla facilmente. Siamo ancora un po’ giovani e inesperti. Dopo il 2-0 ci complichiamo la vita da soli e rischiamo di perdere dei punti. Dovevamo fare il terzo goal e le possibilità c’erano. Probabilmente questo campo che non si riesce a migliorare ci penalizza molto. Il lavoro sporco degli attaccanti? Se si vuol vincere di squadra in questa epoca calcistica si deve fare così. Gli attaccanti devono ripiegare. Prima le squadre piccole avevano un certo rispetto per le grandi e non attaccavano, oggi è diverso. Vorrei fare i complimenti a Grava, lui è un vero campione. Dopo un anno che non giocava ha fatto una partita incredibile. Eppure aveva un avversario non facile, Gomez. L’argentino partiva larghissimo e l’avrebbe potuto mettere in difficoltà, invece non gli ha dato mai spazio. La maggior parte dei nostri goal sono solo degli attaccanti? Ci sono squadre che nascono in un certo modo. Noi abbiamo un certo gioco che porta a finalizzare soprattutto Cavani. Gli altri creano spazi e Cavani e Hamsik realizzano. Inoltre rispetto al primo anno hanno segnato anche altri giocatori come Inler, Dzemaili e Maggio. Conte ha detto che possiamo vincere lo scudetto? Penso alla prossima partita”. Infine sull’esonero di Zeman: “Mi dispiace. In Italia si cambia troppo spesso l’allenatore. Tuttavia sono restio a parlare su cose che non conosco”.

 

 Cosimo Silva
Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta