Brusciano in lutto per la morte di Suor Maria Crocifissa, 106 anni per la Fede la Carità e l’Educazione

348

Suor Maria CrocifissaIl 2 marzo 2013, all’imbrunire è morta Suora Maria Crocifissa, 106 anni dedicati alla Fede alla Carità e all’educazione scolastica dei bambini. Domenica 3 marzo alle ore 15.00, è stata celebrata la messa esequiale presso la Chiesa S. Sebastiano Martire di Brusciano.

Maria Ruggeri nacque a San Lorenzello in provincia di Benevento il 4 ottobre del 1907 e dal 1935 era a Brusciano come “Suor Maria Crocifissa delle Vittime Espiatrici”, presso lo storico Istituto intitolato alla fondatrice dell’ordine “Suor Maria Cristina Brando”. Suor Maria Crocifissa ogni mattina, fino a qualche anno fa, dopo le preghiere, si dedicava ancora all’arte dell’uncinetto e nel corso dei tradizionali auguri di compleanno ricordava le tappe del suo lungo percorso di vita religiosa. Nell’anno 1927 avvenne il suo ritiro in istituto nella Casa Madre a Casoria e poi nel 1935 giunse a Brusciano con il titolo di maestra acquisito presso la Scuola Magistrale di Marcianise.

Nei decenni Suor Maria, Madre Vicaria dell’Istituto “Brando” ha seguito con l’arte della pedagogia ispirata ai valori cristiani generazioni di bruscianesi, uomini e donne, oggi impegnati nello studio, nel lavoro, nelle professioni, nella politica e nella Chiesa.

Di coloro che hanno dedicato per intero la loro vita al Signore, come Pastori di anime, ricordiamo, Mons. Francesco Saverio Toppi (1925-2007) O. F. M., Vescovo di Pompei; Mons Luigi Travaglino, Nunzio Apostolico; Don Antonio Vaia, della Chiesa S. Maria delle Grazie a Brusciano, morto in giovane età; Don Angelo Losco, Rettore della Chiesa di San Sossio a Somma Vesuviana, promotore di progetti di solidarietà nazionali ed extra-nazionali.

Fra gli ex alunni che oggi partecipano al dolore collettivo vi è l’avvocato Giosy Romano, Consigliere comunale e candidato a Sindaco di Brusciano che ricorda «l’amata maestra, Suor Crocifissa, instancabile educatrice dei nostri primi anni di vita scolastica che ci ha instillato , con il sapiente e corretto ‘leggere, scrivere e far di conto’, i basilari valori religiosi, etici e morali che da sempre ispirano il percorso di chi, come me, coerentemente con la sua condotta di adulto responsabile, è attivo nella pratica religiosa della Chiesa Cattolica come nell’impegno quotidiano posto al servizio del bene comune nella Pubblica Amministrazione in rappresentanza della volontà popolare. Suor Crocifissa ci mancherai, ma il tuo esempio e la tua figura ci accompagneranno sempre».

Nell’ultimo compleanno di Suor Crocifissa, lo scorso ottobre, il sociologo e giornalista Antonio Castaldo aveva raccolto il pensiero di Suor Rosetta Nespoli che invitava tutti « a fare la volontà di Dio. Noi la sera quando ci raccogliamo presso la nostra ‘vicaria’ Suor Crocifissa, preghiamo e poi godiamo anche di un momento di ricreazione, accompagnando così la nostra amata consorella nell’appena iniziato percorso del suo 106esimo anno di vita, e per questo rendiamo grazie al Signore, e per tutti invochiamo la Sua benedizione

Ora sarà lei, Suor Maria Crocifissa, che dall’alto pregherà per tutti noi.

Lascia una risposta