Gragnano, “Passione in laude” presso la chiesa di S. Giovanni Battista

Foto 2Mercoledì 27 Marzo alle ore 19:00 presso la chiesa di S. Giovanni Battista di Gragnano si terrà lo spettacolo: “Passione in laude” costruito da una raccolta di Laude del XIII sec. che saranno presentate in ordine cronologico e che ricorderanno la Passione e la morte di Nostro Signore Gesù Cristo. Lo spettacolo sarà ripetuto anche Venerdì 29 marzo alle ore 20:15 presso la chiesa di S. Maria Assunta a Castello. Nella parte iniziale un primo coro di attori (Alberto Andolfi, Giuseppe Di Lorenzo, Marica Luminoso, Filli Padovano, Maria Rosaria Reale) ricorderà i momenti dalla Creazione alla Passione. Successivamente un altro coro (corale polifonica diretta da Mo Carmen Di Ruocco) canterà alcune Laudi di Jacopo de Benedetti, del Laudario di Cortona e della Laudesi della confraternita del S. Cuore d’Urbino. Nell’ultima parte i due cori uniranno le loro voci per piangere con Maria la morte del Figlio. Lo spettacolo crea una particolare intensità con le musiche originali tratte dalla tradizione, che ci aiutano a svelare il profondo mistero dell’animo umano. Tra le laude ci sono: “Il Pianto della Madonna” di Jacopone da Todi, “ De la crudel morte de Cristo” e “Voi ch’amate lo Criatore” tratte dal Laudario di Cortona e “Plaga lo bene e Plaga lo male” tratta dalla silloge di laude della Confraternita dei padri di Urbino. Quest’ultima è stata musicata e sarà eseguita da Gaetano Umberto Maria Cinque. Lo spettacolo è stato ideato e portato a rappresentazione la prima volta nel 90 da Gigi Cinque che assemblò le varie laude. Oggi invece è stato rivisitato nella direzione artistica da Filli Padovano con la collaborazione, nella direzione tecnica, di Antonello De Simone. Uno spettacolo di intensità religiosa e culturale che lascerà tutti a bocca aperta.

 Libera Padovano

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteBrusciano, ambiente e salute: tavolo con la Confcommercio
SuccessivoCastellammare, crollo a via San Nicola: niente messa in sicurezza e parrocchia è ancora isolata
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.