Dal prossimo mese chiuderà l’ospedale di Agropoli, Pica (Pd): “mortificato il diritto alla salute”

agropoli ospedaleUlteriore colpo basso per il territorio del Cilento che si dimostra sempre più abbandonato a se stesso e dimenticato dalla Giunta regionale guidata, da ormai tre anni, dal Centro-Destra.  Dal 2 aprile 2012 l’ospedale civile di Agropoli chiuderà i battenti e i pazienti saranno costretti a spostarsi verso gli altri ospedali entro il 15 aprile.

“Intendo esprimere la mia solidarietà – afferma il consigliere regionale Donato Pica – al Sindaco di Agropoli, alla cittadinanza e a tutte le comunità interessate e fortemente danneggiate dallo improvviso  provvedimento del Manager dell’Asl di Salerno.

Nei giorni scorsi, quando già circolavano voci incontrollate sulla immediata chiusura del presidio ospedaliero di Agropoli, insieme agli altri Consiglieri regionali Salernitani del pd, avevamo  inoltrato una nota-interrogazione  al Presidente della Giunta Regionale e al direttore generale dell’ASL in cui chiedevamo la sospensione di ogni provvedimento e  l’esame di ogni determinazione da parte della Conferenza dei Sindaci. Come sempre le nostre richieste sono state completamente disattese e sono prevalse altre ragioni di carattere politico.

Mi attiverò ,fin da subito,in ogni sede – continua Donato Pica – per  scongiurare una autentica sciagura che si abbatterebbe su un ‘area vasta del Cilento. Con questo provvedimento, frutto di una scelta politico-ragioneristica,  viene mortificato e cancellato il diritto alla salute di migliaia di cittadini .

 

 

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteSalerno, consiglio provinciale convocato per il 2 aprile: all’odg “patto di stabilità”
SuccessivoSeniores della CBTA vincono contro i Sammaritani
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.