A Mariglianella l’intera Comunità ha partecipato alla Via Crucis

195

mariglianellaUn Venerdì Santo che lascia indelebile nella memoria l’immagine di una intensa partecipazione dell’intera Comunità di Mariglianella, impegnata nei Riti Pasquali rispondendo coralmente alla chiamata di conversione di riconciliazione della Chiesa e del suo Redentore Gesù.

Dopo la Messa dedicata alla “Passione del Signore”, la Via Crucis guidata da Don Ginetto De Simone si è dispiegata per le strade cittadine costellate di bandiere e ceri, salutata da balconi con drappi ed esposizione del più pregiato corredo, ingentilita da piante e fiori, ed impreziosita dalle testimonianze dei fedeli che hanno scandito le Stazioni poste lungo tutto il percorso, iniziato e concluso presso la Chiesa Patronale di San Giovanni Evangelista.

Insieme a Don Ginetto hanno partecipato alla processione con canti e preghiere le Suore Domenicane della Chiesa S. Maria della Sanità, i fedeli, le famiglie ed i gruppi di giovani, l’Azione Cattolica e credenti di ogni età. A seguire il Cristo deposto dalla Croce e portato a spalle dai fedeli, l’Amministrazione Comunale  con il Sindaco, Felice Di Maiolo e gli Assessori, Michele Rescigno, Felice Porcaro, Pasquale Piccolo e Luisa Cucca. Il Presidente del Consiglio Comunale Rocco Ruggiero ed i Consiglieri comunali, Domenico Ottaiano, Francesco Sansone e Pasquale Mautone. Con i dipendenti comunali, il Comandante della Polizia Municipale, Ten. Andrea Mandanici, l’Ingegnere capo UTC, Arcangelo Addeo ed il giornalista Antonio Castaldo.

Quando il corteo religioso ha raggiunto Via Marconi, si è spettacolarmente disposto su ambo i lati con al centro la Croce, il Cristo Morto, il nucleo sacerdotale e le bandiere dell’associazionismo religioso, Parrocchia di San Giovanni Evangelista, Madonna della Sanità, Madonna dell’Arco e Giglio della Fantasia. Tutto nel sereno e sicuro incedere sorvegliato dai Vigili Urbani e dagli operatori del gruppo di Protezione Civile, “La Mangusta”.

Lungo la Via Crucis, le famiglie ed i giovani si sono passati la Croce e dati il turno di parola per esprimere l’esperienza della fede e della vita, della sofferenza e della speranza, dell’invocazione di aiuto e del non sentirsi soli, della preghiera e della risposta del Signore e dell’accompagnamento in questo percorso del Parroco Don Ginetto con la sua punteggiatura teologica e pedagogica nelle Stazioni 12esima e 14esima, fino al ringraziamento conclusivo fatto al popolo dei fedeli, alle associazioni, alle Suore Domenicane, all’Amministrazione Comunale ed alla polizia Municipale.

Il Sindaco, Felice Di Maiolo, si è detto commosso «nel condividere questo altissimo momento di vita religiosa che ci ricorda sofferenza, donazione, riscatto e speranza nel ricordo della Passione, Morte e Resurrezione di Cristo. Noi fedeli cattolici -ha concluso il Primo Cittadino Di Maiolo- abbiamo questi valori di riferimento che ci fanno andare avanti nella vita e negli impegni di ogni giorno, nella famiglia e nel lavoro, nei vari ruoli di responsabilità e sempre facendo il nostro dovere. Colgo l’occasione per augurare a nome mio e dell’Amministrazione comunale “Buona e Santa Pasqua” alla Chiesa, al nostro Parroco, Don Ginetto De Simone, al nostro Vescovo, S. E. Mons. Beniamino Depalma ed a tutta la nostra amata Comunità di Marglianella».

 

Lascia una risposta