Sant’Antonio Abate: dalla Provincia arriva l’ok al Puc

Antonio vARONEEra atteso da più di 50 anni. L’ultima stesura risale infatti al lontano 1960, con annesso piano di fabbricazione. Il nuovo piano urbanistico comunale ha ricevuto l’ok definitivo dalla Provincia, al termine dei 90 giorni previsti dalla legge per l’esame propedeutico all’entrata in vigore. E’ stato l’ultimo atto dell’ente di palazzo Matteotti, prima dello scioglimento per decreto del presidente della Repubblica. In settimana invece il consiglio comunale cittadino ha votato la presa d’atto, che ha decreterà l’entrata in vigore dello strumento urbanistico. “Abbiamo raggiunto un risultato storico – afferma il sindaco Antonio Varone (Udc) -, atteso da intere generazioni. La nostra città merita finalmente di avere in dotazione un piano in grado di regolarne in maniera adeguata il proprio sviluppo futuro. In tal senso – continua – la nostra azione amministrativa sul Puc è proseguita negli ultimi mesi in maniera rigorosa, al fine di compiere in maniera spedita le ultime fasi previste nell’iter di approvazione definitiva”. Il nuovo piano parte dall’idea di riqualificare il territorio secondo semplici linee di attuazione. Nel puc infatti è prevista una vasta zona, destinata al decentramento delle attività produttive ed industriali che avrà il merito di alleggerire il traffico pesante nel centro cittadino. È stata poi presa in considerazione l’ipotesi di realizzare un nuovo svincolo autostradale, come infrastruttura di supporto in grado di collegare i diversi assi viari comprensoriali con il sistema delle autostrade. Un’area di ben 27 mila metri quadri ospiterà invece la nuova cittadella scolastica, mentre è previsto anche un nuovo e più moderno polo sportivo polifunzionale. Una parte del piano poi è riservata agli insediamenti residenziali pubblici e privati che potranno dare una seria risposta alle esigenze di alloggio degli abatesi.
Francesco Fusco

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteMonti Lattari, furti e rapine: è allarme criminalità
SuccessivoPimonte: lettera al prefetto per dire “no allo smantellamento dell’aula consiliare”
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.