Boscoreale: ufficiale l’appoggio del senatore Pietro Langella a Carmine Sodano

212

MUNICIPIO_boscoreale

È ufficiale, il preferito del neosenatore del Pdl Pietro Langella è Carmine Sodano, l’ex presidente del consiglio comunale di Boscoreale.

La notizia era già nota ma è stata resa ufficiale stamattina durante una conferenza stampa a cui hanno partecipato Maria De Martino, Gaetano Campanile, Francesco D’Aquino, Risveglio Civico e Massimo Filiora e Mario De Martino.

Molti di questi nomi non sono sconosciuti alla cittadinanza boschese, in quanto sono stati i maggiori artefici della fine dell’amministrazione Langella. Si tratta proprio di Carmine Sodano, Francesco D’Aquino, Gaetano Campanile e Mario De Martino, che hanno contribuito a sfiduciare l’ex primo cittadino la scorsa primavera.

“I quattro consiglieri che hanno screditato Gennaro Langella non sono traditori – ritiene Campanile-. Con la candidatura di Sodano andiamo verso lo sviluppo del paese, senza fare differenze tra centro e periferia”.

Il Pdl si presenterà all’elettorato con Movimento Popolare campano, Identità Boschese, La Destra, Risveglio Civico, Alleanza per Boscoreale, Uniti per Boscoreale e Il Campanile con Boscoreale

“Fare politica significa mettersi al servizio del cittadino. A volte non si dà la possibilità di dare di più – afferma l’ex assessore Maria De Martino, che apre la conferenza stampa-. Questo è stato uno dei motivi delle mie dimissioni. Oggi vedo un’alternativa di governo per portare avanti ciò che avremmo dovuto fare  prima, ma non ci è stata data la  possibilità”.

De Martino si riferisce a una delle maggiori colpe imputate all’ex sindaco Langella, che secondo l’opposizione e la maggioranza prendeva decisioni senza interpellare il consiglio comunale.

“Siamo la nuova generazione, ma Boscoreale è rimasta molto indietro. Mi sento parte integrante di questo progetto – conclude l’unica donna presente all’incontro, e anche la più giovane-, ho contribuito a farlo nascere”.

Interviene poi Francesco D’Aquino di Identità Boschese: “Con la scorsa amministrazione abbiamo capito quali sono le cose da non fare. Adesso dobbiamo creare una sinergia tra sviluppo e lavoro. Ci dobbiamo occupare dei condoni. C’è una zona rossa martoriata, dobbiamo fermare gli abbattimenti e rivalorizzare le ricchezze del nostro paese, a partire dall’archeologia”.

“Sono contento – afferma Massimo Filioria-, sposo appieno il programma. Noi veniamo da un’esperienza provinciale con il Centro Cristiano Democratico. Fino ad oggi è stato il cittadino a fare comodo alla politica, ma ora deve avvenire il contrario: la politica al servizio della gente”.

Ha partecipato all’incontro anche il senatore Pietro Langella che si dimostra convinto della scelta fatta e ottimista. A lui si rivolge il candidato sindaco Sodano affermando: “Complimenti a Pietro per questa scelta. Vogliamo trasformare il paese con le nostre proposte; buona volontà e saper fare sono necessari: renderemo Boscoreale uguale a un paesino della Svizzera. Se non dovessi riuscirci lascerò il mio incarico di primo cittadino, perché vorrebbe dire che sono incapace”.

Giovanna Sorrentino

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta