Elezioni amministrative Boscoreale, Bruno Cammarota presenta “Agorà”

461

cammarota2

Bruno Cammarota è stato uno dei primi ieri mattina a consegnare all’ufficio elettorale la sua lista che porta il nome “Agorà”.

È stato assessore durante l’amministrazione di Gennaro Langella caduta a causa degli ex consiglieri comunali Mario De Martino, Gaetano Campanile, Carmine Sodano e Francesco D’Aquino. Nonostante non sia un volto nuovo in politica si propone con un progetto che vuole essere innovativo: “votare gli altri vuol dire votare il vecchio – afferma Cammarota-. A queste elezioni non c’è né destra né sinistra, e noi non abbiamo scopi arrivisti”.

Bruno Cammarota rende già noti i nomi degli assessori che lo affiancherebbero se vincesse le elezioni, “per dare alla cittadinanza la dimostrazione che non saranno assegnati posti a caso, non faremo favori a nessuno”: si tratta di Carla Cirillo, professoressa della Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi di Salerno, che si occuperebbe di servizi sociali, Sergio Vitulano, commercialista, che presterebbe le sue competenze all’economia di Boscoreale, Domenico Pasquinucci, il Tenente della Polizia Municipale di Salerno, e Ciro La Femina, architetto, che sarebbe addetto  all’urbanistica.

Il candidato sindaco è in attesa che gli venga data  la conferma dell’ultimo eventuale assessore, anch’egli ingegnere.

“Amministrare una città significa comprenderne fino in fondo i suoi bisogni e le sue esigenze- afferma alla presentazione della lista Agorà-. Occorre essere in sintonia e comunicare con l’intera popolazione, senza distinzioni tra centro e periferia. Dobbiamo sollecitare l’opinione pubblica e soprattutto i giovani che non vogliono votare perché non hanno più fiducia nelle istituzioni”.

La campagna elettorale di Bruno Cammarota verte su 5 punti fondamentali: il controllo del territorio, la capacità di ascolto, l’individuazione dei bisogni reali, la semplicità e la concretezza, la partecipazione e la sussidiarietà.

“Vorrei che il mio paese fosse sicuro, vivo – afferma il candidato- e ritengo debba offrire servizi”.

Giovanna Sorrentino

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta