Piano di Sorrento: il “Bixio” a bordo della nave San Marco della Marina Militare Italiana

482

bixio

Venerdì 17 maggio alle 9, nella sala manovra dell’Istituto Nautico “Nino Bixio” si è svolta la videoconferenza con il personale ufficiale della nave San Marco della Marina Militare Italiana che in queste ore è di stanza a Mombasa (Kenya). In videoconferenza dalla San Marco, l’Amm. Antonio Natale, il Tenente di vascello Rino Gentile, il Primo Maresciallo Gennaro Gargiulo. Dopo i saluti di rito tra l’Ammiraglio Antonio Natale e la prof.ssa Giuseppina Ferriello, Dirigente Scolastico del Bixio, gli allievi delle quinte classi, indirizzo Coperta e Macchine, accompagnati dal docente di esercitazioni nautiche prof. Luigi Tagliaferri, hanno rivolto alcune domande all’Ammiraglio. Alla richiesta di informazioni circa la presenza di personale femminile a bordo e sul ruolo che esse svolgono inoltrata da Annachiara Cuomo, l’Ammiraglio ha risposto che “ci sono 12 donne (tra ufficiali, sottoufficiali e truppa) che sono impegnate in attività concernenti il loro grado indipendentemente dal fatto che siano donne. La presenza della San Marco nelle acque somale è per mandato ONU, e si svolgono attività di prevenzione sia in acque internazionali, sia nelle acque somale dove la San Marco è autorizzata anche ad intervenire”. Proprio sulla prevenzione e sulle problematiche umanitarie che Francesca Castellano ha chiede delucidazioni. L’Ammiraglio Natale ha continuato spiegando che “grazie alle donazioni di ONG e anche dell’equipaggio, si portano aiuti: dai viveri, ad elettrodomestici, banchi di scuola e soprattutto aiuti sanitari con medici che si recano in villaggi interni. È stato, infatti, allestito anche un ospedale da campo e visitati circa 300 cittadini somali: per i più era la prima volta che facevano un controllo sanitario”. Filippo Acampora ha, invece, chiesto quali precauzioni devono prendere le navi per arginare gli attacchi antipirateria e se questi si stanno riducendo oppure no. L’Ammiraglio ha risposto dicendo che “ci sono delle procedure da seguire e che sono a conoscenza di tutte le navi, inoltre gli attacchi si sono ridotti nel corno d’Africa, ma stanno aumentando nel golfo di Guinea”. Infine le domande si sono alternate sul percorso da seguire per entrare nella Marina Militare e sulle competenze da affinare per poter aspirare al comando di navi militari. L’interessante incontro, che si è protratto per circa un’ora, rientra nel percorso di orientamento in uscita che l’istituto nautico Bixio offre ai suoi allievi per renderli più consapevoli delle scelte future. Una videoconferenza utile ed interessante che ha soddisfatto le curiosità e gli interessi degli allievi, alcuni di loro fermamente intenzionati ad entrare nella Marina Militare Italiana.

Lascia una risposta