Ercolano, Strazzullo vuole ricandidarsi: rimpasto di giunta in vista

196

ercolano municipio_Public_Notizie_270_500_3Strategie politiche in atto a Ercolano. Secondo alcune indiscrezioni trapelate dal  palazzo di città l’attuale sindaco Vincenzo Strazzullo sarebbe intenzionato a ricandidarsi per le prossime amministrative locali e per garantirsi l’adeguato seguito di consiglieri potrebbe a sorpresa compiere un “rimpasto di Giunta” consentendo in extremis a grandi esclusi di ricoprire cariche di fatto prive di libertà operativa. Basti osservare le irrisorie risorse economiche  a disposizione di alcuni assessorati per comprendere a dovere la scarsa incisività degli stessi nella vita socio culturale di Ercolano. Tutti sanno ma almeno apparentemente nessuno muove un dito : complice la rimonta del Pd e il tracollo del Movimento 5 Stelle alle attuali  amministrative comunali, ex fedelissimi di Strazzullo potrebbero ritrovare nel leader del Pd  la figura “giusta” per pascolare indisturbati per il prossimo quinquennio. Il dato più anomalo è dettato dalla discrepanza di vedute tra consiglieri comunali, amministratori e residenti: da una parte il Municipio inneggia ad un paese tutto sommato “modello” dall’altro invece i cittadini disertano sistematicamente le sedute consiliari avviliti dal lassismo e dalla perenne indifferenza di chi almeno sulla carta dovrebbe dai banchi dell’assise locale tutelare le sacro sante rivendicazioni di onesti contribuenti. Ma si sa Ercolano è il paese dei “misteri” : non si sa infatti che fine debba fare la caserma dei Carabinieri ultimata da anni in prossimità della circumvesuviana del Miglio d’Oro ( già via Doglie) e poi sequestrata per abusi con tanto di cartello identificativo dei lavori recitante “Ministero della Difesa” nè quando inizino concretamente i lavori di ristrutturazione dell’ex Clinica Cataldo da destinare sempre ai Militari della Benemerita che intanto continuano a giacere in un parco di via Venuti oppressi da mille difficoltà logistiche.

Alfonso Maria Liguori

Share
Condividi
PrecedenteBoscoreale: tutti i candidati voto per voto
SuccessivoA Scafati Pesce apre alla larga coalizione anti-Aliberti
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.

Lascia una risposta