Napoli, mercato bollente con Fellaini e Damiao

237

Fellaini EvertonMissione milanese per Riccardo Bigon, ds del Napoli  è all’Hotel Hilton, qualcosa bolle in pentola sul mercato italiano. Tra le novità del calciomercato azzurro con un Napoli sempre più  modello Premier. Nella lunga lista degli obiettivi, c’è anche il nome di Marouane Fellaini, gigante dell’Everton di 192 cm, nazionale belga e passaporto marocchino, può giocare a centrocampo e a ridosso delle punte. Il problema sono i 24 milioni di sterline della clausola rescissoria inserita nel contratto del centrocampista belga. Per liberare il giocatore dell’Everton, il secondo club di Liverpool, casa Benitez, servono dunque più o meno trenta milioni di euro. Quest’anno in Premier ha realizzato 11 gol e griffato 6 assist in 31 partite. Per lui anche quattro partite con il Belgio. Sempre a centrocampo la società azzurra s’informerà con il Barcellona per Mascherano, ma la trattativa non è semplice anche per l’ingaggio del 29enne di San Lorenzo che ha un contratto con i blaugrana fino al 2016. Rafael Benitez non punta su Morgan De Sanctis per la prossima stagione. Questa l’indiscrezione filtrata nelle ultime ore visto l’interesse del tecnico del Napoli per altri portieri. Nella lista del manager spagnolo ci sono Pepe Reina del Liverpool e Federico Marchetti della Lazio: tuttavia,  la società partenopea ha smentito qualsiasi ipotesi di cessione del numero uno di Guardiagrele.  Il mercato del Napoli per quanto riguarda l’attacco dipende dal futuro in azzurro di Edinson Cavani.  Come ormai noto però  Mario Gomez del Bayern Monaco e Alvaro Negredo sono le prime alternative qualora il Matador dovesse lasciare Castel Volturno,  a prescindere dall’attaccante titolare il Napoli farà comunque un altro investimento nel reparto offensivo a prescindere da chi sarà l’attaccante titolare: per questo sono da tempo monitorati con attenzione il brasiliano Leandro Damiao dell’Internacional. Sul fronte cessioni  volente o nolente, De Laurentiis prima o poi dovrà confrontarsi con la grana Camilo Zuniga. Il giocatore colombiano, a cui il contratto scadrà esattamente tra un anno, con molta probabilità non rinnoverà il suo accordo con il Napoli e, quindi, non accetterà la proposta del club azzurro di rinnovo con adeguamento. Zuniga vuole andare via perché sa che, forse, è l’ultima occasione per ambire a una big e a un contratto importante. Il giocatore è cercato dall’Arsenal, da un paio di club spagnoli e dall’Inter, dove Mazzarri lo ha espressamente richiesto per la fascia destra/sinistra. Se Moratti chiamasse De Laurentiis, l’accordo si troverebbe. Ma a quale prezzo? Qualcuno parla di 18 milioni, che nemmeno il sultano di un mondo che non esiste verserebbe certe cifre, oggi, per Zuniga. Primo, perché si tratta di una valutazione gonfiata; secondo perché tra 6 mesi Zuniga sarà libero di firmare per qualsiasi squadra vorrà. Occhio all’apertura di nuovissimi scenari, Zuniga e Gargano all’Inter potrebbero portare Guarin in azzurro. Sempre via Inter attenzione alla pista che porta Wesley Sneijder (28), calciatore ex Inter che da gennaio gioca in Turchia tra le fila del Galatasaray. Sarebbe il calciatore olandese – che attualmente guadagna circa cinque milioni di euro – l’elemento che il Napoli segue per rinforzare la squadra di Rafa Benitez, tecnico che ha allenato l’ex Real Madrid nella breve esperienza sulla panchina dell’Inter.  Se dovesse partire il colombiano Zuniga, in difesa attenzione alla pista che porta a  Basta dell’ Udinese partenza quasi scontata per il giocatore, il cui valore è stimato sui 10 milioni di euro. Trattativa avanzata invece per Astori del Cagliari che dovrebbe rinforzare il reparto difensivo partenopeo, vista la partenza di Campagnaro e quella di Rolando che non sarà riscattato e il ritiro di Grava, con il ritorno di Fernandez e l’acquisto di Astori il reparto arretrato avrà bisogno di un alto elemento, che da Benitez è stato segnalato in Martin Skrtel, la cui avventura nei Reds è ormai al lumicino. Al di là delle smentite ufficiali del suo agente, l’interessamento è concreto. L’affare, dunque, è possibile. Lo slovacco ha due sponsor: oltre a Benitez, c’è anche Marek Hamsik, suo compagno in nazionale, che gli farebbe da guida all’interno dello spogliatoio. Skrtel ha esperienza e spessore internazionale, identikit molto caro al nuovo condottiero azzurro che punta al definitivo salto di qualità di un gruppo già competitivo.. Il mercato è appena iniziato ma in casa Napoli è già salita a mille la febbre Benitez e la febbre mercato, si prospetta un mercato pirotecnico pieno di colpi di scena.

Cosimo Silva

Lascia una risposta