Torre Annunziata delibera: i cittadini diventano proprietari delle case comunali che abitano

198

comune Torre AnnunziataPalazzo Criscuolo concede le case di sua proprietà ai cittadini che le abitano. Si tratta di una delibera della giunta volta a far diventare le persone padrone della loro casa, e al tempo stesso poter far rientrare soldi nelle casse comunali, da reinvestire in altre attività. Tutti i cittadini che dagli anni Ottanta abitano le aree di via Prota Gambardella e Carminiello, potranno diventare gli unici proprietari delle loro case. Si tratta di una risposta dell’amministrazione Starita alle richieste di tutte le persone che sentono il desiderio di avere una casa propria. Grazie alla delibera della giunta comunale, se la Regione approva il progetto, i cittadini torresi potranno decidere se portare a termine o meno le rifiniture delle loro abitazioni. Queste persone inoltre, potranno godere di tutti i vantaggi economici e commerciali e saranno liberi di  disporre del bene a loro piacimento. Il progetto resterà comunque in fase embrionale, fino a che la Regione non darà il via libera. Da quel momento i cittadini potranno presentare la richiesta al Comune, che stabilirà il valore economico delle case e il pagamento del suolo di ognuna. La domanda per diventare proprietari delle loro abitazioni,  potrà essere effettuata online, oppure recandosi agli uffici comunali preposti, e dovrà essere allegata all’attestazione di un versamento di 500 euro. Questo importo sarà poi considerato un acconto quando la richiesta verrà approvata e potrà essere versato anche a rate. Con il sì della Regione, si otterrebbe un nuovo passo in avanti di Palazzo Criscuolo, che reinvestirebbe i soldi dei cittadini in altre iniziative di pubblico interesse. Tutti i suoli di queste aree, negli anni Ottanta furono appaltate ad alcune cooperative per poter costruire alloggi di edilizia economica e popolare. La legge di allora prevedeva che quegli edifici restassero comunque di proprietà del Comune e che i cittadini le abitassero per 99 anni. Lo scopo della decisione era quello di costruire più case per aggirare il problema della densità di popolazione, e tuttora quegli alloggi restano di proprietà di Palazzo Criscuolo. “Il nostro sforzo è teso a concedere licenze, superfici e proprietà, e definire situazioni pendenti da troppi anni, che hanno radici antiche – afferma il sindaco Giosuè Starita-. È un’altra iniziativa tutta rivolta ai cittadini e a risolvere i problemi sociali di Torre Annunziata, che stanno a cuore a questa amministrazione”.

Giovanna Sorrentino

Share

Lascia una risposta