Cercola, composta la giunta, la soddisfazione del sindaco Fiengo

373

Vincenzo Fiengo«Sono particolarmente soddisfatto per il lavoro che stiamo svolgendo in questi primi giorni in comune. Ho riscontrato una grande disponibilità da parte della macchina comunale nonostante la endemica carenza di personale». A parlare è il neo sindaco di Cercola, Vincenzo Fiengo che nell’ultima settimana dopo la proclamazione del consiglio comunale in pochi giorni ha individuato la squadra di governo che lo affronterà in questa nuova sfida. «Una vera sfida quella che dovremo intraprendere. – conferma Fiengo, che aggiunge – Una sfida alle tante criticità che presenta il nostro comune aggravate dalle troppe incertezze che ci vengono dal governo centrale e mi riferisco alle decisioni ancora non prese in particolare sulla questione Imu. Sono i comuni a dover affrontare praticamente questo tema che tra rinvii, abrogazioni, anticipi e posticipi, rende insicuri anche l’introito per le casse comunali. Un impegno arduo che certo non ci spaventa, una squadra forte che saprà aiutarmi a guidare il paese».

La squadra di governo cittadino di Fiengo sarà composta dai nomi che già erano nell’aria da qualche giorno. I novi assessori, anche se le deleghe non sono state ancora distribuite, sono Mariarosaria Donnarumma MD), Luigi Di Dato (PSE), Michele Maddaloni (SEL), Riccardo Meandro (MD) e Salvatore Roffo (CD). Cinque assessori distribuiti alle forze che hanno appoggiato il sindaco in campagna elettorale ad esclusione dei Verdi che non avranno rappresentanza in giunta. «Il criterio di scelta degli assessori – dice Vincenzo Fiengo – non ha tenuto conto dei partiti. Non si è trattato di una mera spartizione di posti, ma come è avvenuto per la scelta, caduta su di me, per il candidato sindaco, così ogni assessore è espressione della coalizione».

Una squadra pronta a partire e che stando alla sua composizione darà anche la possibilità a qualche primo non eletto di entrare nell’assise comunale. A sostituire Riccardo Meandro (MD) e Salvatore Roffo (CD) entrati in Giunta, con le inevitabili dimissioni dal consiglio comunale,  Teresa Iorio per il Centro Democratico e Carla Giacinto per il Movimento Democratico .

«Una bella sinergia – afferma il sindaco – che in pochissimi giorni ha portato ad un ottimo risultato. Un mix di esperienze e competenze che sicuramente daranno tutto il loro impegno per la nostra città. Una volta distribuite le deleghe, cosa che avverrà nei prossimi giorni, saremo subito  a lavoro per configurare il bilancio, per il quale abbiamo una scadenza con tempi ristretti e per una ristrutturazione di tutta la macchina e delle finanze comunali».

Resta ancora un incarico da assegnare, quello di presidente del consiglio comunale. Nel corso del primo consiglio comunale dell’era Fiengo ci sarà anche l’elezione del presidente dell’assise, Ma il sindaco Fiengo non si sbilancia: «Tra i nomi circolati sicuramente c’è quello dell’ex capogruppo consiliare del Partito Democratico Vincenzo Barone, ma sarà il consiglio ad eleggerlo. Certamente Barone potrebbe egregiamente ricoprire questo ruolo anche alla luce della sua grande esperienza in consiglio comunale».

Martina Scognamiglio

Share

Lascia una risposta