Castellammare, blitz anti-abusivismo commerciale all’Acqua della Madonna

328
polmunIeri sera, in zona “Acqua della Madonna”, gli agenti del Commissariato di Polizia Castellammare di Stabia, in collaborazione con personale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto e della Polizia Locale, hanno effettuato un servizio straordinario finalizzato al contrasto dell’abusivismo commerciale, del lavoro nero e del parcheggio abusivo. Sono state quindi controllate tutte le attività commerciali della zona, tanto quelle esercitate in ambito territoriale comunale, che quelle svolte in ambito demaniale marittimo.
L’attività,  mirata al contrasto del fenomeno dell’illegalità diffusa, ha tratto spunto da numerosissime segnalazioni effettuate in questi giorni dai cittadini stabiesi, tanto in forma anonima che diretta.
Nel corso dei controlli sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria tre persone ed inoltre contestate violazioni amministrative ad 11 esercenti attività commerciali. Per alcuni di essi verrà richiesta la sospensione dell’attività, per altri la cessazione.
Sono poi stati eseguiti 6 sequestri amministrativi tra cui 4 chioschi per la vendita di bevande e tre sequestri penali con il conseguente deferimento all’Autorità Giudiziaria.
Dal punto di vista della viabilità sono state inoltre identificate e controllate 45 persone e contestate 4 violazioni al Codice della Strada.
Nel corso dei controlli si è infine proceduto al sequestro e alla contestuale distruzione di circa 400 Kg. di prodotti ittici per violazione di tutte le più basilari norme sanitarie.
In ordine alle verifiche circa il contrasto al lavoro nero, sono al vaglio degli inquirenti le posizioni di 14 dipendenti di alcune delle attività poste al setaccio nel corso della serata.
Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta