Vasto incendio nella zona dell’ex discarica di Pozzuoli: tante famiglie lasciano le case

197

incendio a PozzuoliGrosso incendio nei Campi Flegrei, una grossa nube nera ha costretto diverse famiglie a lasciare le abitazioni a causa dell’ aria irrespirabile. Il rogo si sarebbe sviluppato nella zona dell’ex discarica di Pozzuoli. All’ inizio verso le 13 si è creata un fitta nuvola di fumo denso nerissimo che si scorgeva provenire dall’ interno dell’ ex discarica Pozzuoli-Pisani sovrastante la località di Pozzuoli San Martino ed alta diversi chilometri. Poco dopo il fumo ha raggiunto in modo meno denso la zona sovrastante il porto di Pozzuoli. Infine l’incendio si è spostato alla collina sovrastante San Martino – San Vito di Pozzuoli, per diverso tempo i residenti adiacenti sono stati avvolti da una nube nauseante che solo grazie alla giornata ventosa ha scongiurato spiacevoli conseguenze. Alcune famiglie hanno lasciato le proprie abitazioni a causa dell’ aria irrespirabile.

 
“Il territorio dei Campi Flegrei è privo degli operai idraulico forestali della Provincia di Napoli. Infatti dal maggio scorso – denunciano il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli ed il capogruppo del Sole che Ride al comune di Pozzuoli Paolo Tozzi – nell’ area flegrea e a Capodimonte non è più garantito il servizio antincendio. Le 28 unità sono state smobilitate su ordine della Provincia di Napoli. I due cantieri che da anni si occupavano della prevenzione, avvistamento di incendi boschivi, pulizia delle zone a rischio e interventi diretti a Pozzuoli, Napoli, Bacoli e Quarto. Una decisione che ha lasciato la zona dei Camaldoli e l’intera area flegrea prive di questo servizio con il risultato che stanno aumentando gli incendi e le devastazioni in questo periodo caldo. Inoltre è stato smantellato anche il presidio dei laghi Averno e Lucrino. Le conseguenze di questa scelta incomprensibile della Provincia di Napoli stanno venendo a galla in tutta la loro drammaticità”. 
Share

Lascia una risposta