Mariglianella: questione Cerin il Comune si costituisce parte civile

203

Sindaco di Mariglianella Felice Di MaioloIl Comune di Mariglianella con deliberazione di Giunta Comunale n. 77 del 31 luglio scorso,  si è costituito parte civile nel procedimento penale in corso contro l’ex amministratore delegato della CERIN e l’ex responsabile del Servizio Finanziario del Comune, ragioniere Fusco,  per “salvaguardare l’interesse e l’immagine dell’Ente, la cui attività, per sua natura, deve essere improntata ai principi di trasparenza, correttezza e legalità ed allo scopo d tutelare le ragioni dell’Ente e l’interesse pubblico specifico relativo al corretto svolgimento delle attività istituzionali nel rispetto del principio di legalità”, incaricando un avvocato di fiducia dell’Ente di  “tutelare il Comune di Mariglianella e la cittadinanza tutta nel citato procedimento penale n. 4384/2013 mediante formale costituzione di parte civile nei confronti di chi ha posto in essere presunti comportamenti illeciti nei confronti dell’Ente”.

L’impegno assunto nel Consiglio Comunale, nella seduta del 10 luglio scorso, da parte del Sindaco, Felice Di Maiolo, richiamava con forza l’attenzione sulla necessità della costituzione di parte civile per il risarcimento dei danni a favore del Comune di Mariglianella per cui conseguentemente  l’unanime volontà della Giunta Comunale ha posto in essere gli atti relativi a tale provvedimento.

Precedentemente le procedure amministrative messe in atto avevano già portato alla risoluzione del contratto, ai sensi degli articoli 1453 e 1454 del Codice Civile, per inadempimento del concessionario Cerin,  effettuata con  determina del Responsabile del Servizio Finanziario n. 256 del 28 giugno 2013. In effetti ha ricordato il Primo Cittadino, Di Maiolo, “i tecnici preposti già in data 20 marzo 2013, riscontrando alcune inadempienze contrattuali, invitavano con apposito verbale la Cerin ad adempiere ai suoi obblighi. Ulteriori ed accurate verifiche venivano poste in essere dai nostri responsabili attraverso l’ISVASS ex ISVAP e la Banca d’Italia: la problematica atteneva le polizze fideiussorie a garanzia dell’Ente In ragione della permanenza delle anomalie, in data 12 giugno 2013 iniziava l’avvio del provvedimento per la risoluzione del contratto per inadempimento ed il 27 giugno 2013 partiva la comunicazione di risoluzione”. 

Pertanto, in data 5 agosto, alla luce della risoluzione contrattuale, è stata effettuata la consegna, da parte della Cerin, della documentazione, ivi comprese le banche dati inerenti il rapporto di gestione ordinaria, accertamento e riscossione della Tarsu-ICI-ICP-DPA-COSAP ed altre entrate comunali. E questo con l’assistenza di un esperto in materia tributaria, appositamente individuato dall’Ente, ed in merito a detta consegna il Comune si è riservato di esaminare tutte le documentazioni per accertarne la completezza e di formulare eventuali contestazioni sui termini contrattuali e/o di legge.

L’Amministrazione Comunale di Mariglianella ha avviato, sulla scorta di quanto dichiarato dal Sindaco, Felice Di Maiolo, ogni forma di tutela del buon nome e della sana efficienza gestionale dell’Ente precisando che sarà portata avanti in tutte le sedi, civile, penale e tributaria.

Il Sindaco, Felice Di Maiolo, aveva ribadito il proprio pensiero contro l’azione delittuosa perpetrata ai danni del Comune di Mariglianella, come svelato dalle indagini delle Forze del’Ordine, richiamando il principio di  “condanna che va espressa verso questo deplorevole e purtroppo ennesimo atto delinquenziale apparso sulle cronache dei maggiori quotidiani locali e nazionali. E’ da parte mia, è da parte nostra, chiara e netta. La gravità dell’atto delinquenziale ci colpisce da molto vicino perché riguarda il nostro territorio, riguarda la nostra terra, riguarda la nostra gente. l’Ente proseguirà nella sua opera di controllo e vigilanza della legalità sul nostro territorio anche e soprattutto attraverso la costituzione di parte civile nei confronti della CERIN e del ragioniere Fusco, allo scopo di difendere l’immagine dell’ente e chiedere il risarcimento dei danni oltre ad ogni altra ulteriore azione che si rendesse necessaria in prosieguo ”.

L’Amministrazione comunale garantirà ogni azione comunicativa utile per la massima trasparenza a beneficio della informazione pubblica.