Beffa per la Juve Stabia che perde con lo Spezia al Menti

221

Juve StabiaLa Juve Stabia perde in casa per 2 a 1 contro lo Spezia: è una beffa per le Vespe che avrebbero meritato i tre punti. Le solite amnesie difensive della Juve Stabia hanno causato questa sconfitta . Sfortunate le decisioni arbitrali a sfavore dei giallo-blu con un gol regolare annullato a Mezavilla e un rigore dato ai liguri negli ultimi minuiti.


Juve Stabia con il 4-1-3-2 con Mezavilla davanti alla difesa, ancora assente Caserta, offensivo lo Spezia con il 4-2-3-1 con Ebagua davanti come punta centrale. Prima  del match presentati  i 4 nuovi acquisti stabiese: i difensori Lanzaro e Contini, il centrocampista Scozzarella e l’attaccante Baraye.

Pronti via e lo Spezia passa al 2’: discesa sulla destra di Rivas, salta un paio di uomini, dentro in area per Ebagua che batte di forza Branescu. Difesa stabiese in bambola con Murolo e Di Nunzio che sbagliano l’applicazione del fuorigioco nella partenza dell’azione spezzina. Al 10’ pericolosa la Juve Stabia con Di Carmine, para Leali. Al 13’ Suciu si divora  il pari: cross dalla destra di Di Carmine dopo ottima azione, la palla attraversa l’area, arriva in corsa Suciu che di piatto spedisce fuori un rigore in movimento.  Spinge la Juve Stabia a testa bassa e il pari arriva al 15’: grandissimo Di Carmine sulla destra che in dribbling se ne va, cross in area per Diop che difende il pallone in  movimento e in area piccola beffa Leali con un tiro al fulmicotone. Al 25’ break dello Spezia con tiro di Moretti dalla distanza, gran parata di Branescu. Al 35’ angolo di Vitale, Diop ci prova sotto porta, palla di poco fuori. Al 40’ è ancora Suciu in area spezzina  a sinistra ad avere una buona palla ma il  suo tiro non e’ efficace.

Finisce il primo tempo sul punteggio di 1 a 1. Buona reazione della Juve Stabia dopo l’iniziale svantaggio. Le vespe hanno mostrato buoni schemi e una bella intesa in avanti con Diop e Di Carmine. Lo Spezia ha sofferto il ritmo della Juve Stabia e dopo il gol di Ebagua non ha costruito altre occasioni.

Spezia con 4-3-3 ad inizio ripresa con l’ingresso di Sammarco al posto di Catellani. Al 4’ è ancora Suciu a sinistra a provare il tiro ma il centrocampista rumeno non è preciso.  Attacca  la Juve Stabia: al 12’ tiro dalla distanza di Mezavilla, para Leali. Al 16’ gran contropiede stabiese, gran tiro di Di Carmine para Leali. Al 19’ Vitale se ne va sulla sinistra, grande appoggio per Ghiringhelli che in area non conclude bene, azione gol sprecata. Al 28’ contropiede Juve Stabia con Diop che ne sa, serve Mezavilla che batte Leali, ma su segnalazione della guardalinee Santuari l’arbitro annulla per offside. Offiside inesistente visto che Mezavilla era almeno un metro dietro la linea della palla. Gol regolare della Juve Stabia ma annullato. La Juve Stabia spinge, lo Spezia arroccato in difesa. Al 40’ Sammarco ci prova ma la difesa stabiese sventa bene. Al 42’ Di Nunzio fa fallo in area su Ferrari dopo uno svarione difensivo di Murolo , la punta trasforma il penalty. E’una beffa per le Vespe. Finisce 1 a 2 dopo 4 minuti di recupero.

 

Tabellino

Juve Stabia (4-1-3-2):  Branescu 6; Ciancio  sv (37’ pt Ghiringhelli  5,5) , Di Nunzio 5,5, Murolo 5, Zampano 6; Mezavilla 6; Suciu 5,5 (35’st Jidayi sv)  ,Doninelli 6, Vitale 6; Di Carmine 6,5, Diop 7 (29’ st Sowe 6) . A disp.: Viotti, Davi’, Djiby, Sowe,  Baraye, Cellini, Parigini. All.: Braglia 6

Spezia (4-2-3-1): Leali 6,5 ; Baldanzeddu 5,5, Lisuzzo 6, Ceccarelli 6, Migliore  5,5 ; Bovo 6, Moretti  5,5 ; Rivas 6,5 (27’ Borghese 5,5) , Sansovini 5,5  (19’ st Ferrari 6), Catellani 5,5 (1’ st Sammarco 6) ; Ebagua 6,5. A disp.: Valentini, Magnusson, Ciurria, Porcari, Albarracin,  Appelt Pires. All.: Stroppa  6

Arbitro: Pinzani di Empoli 5

Guardalinee: Chiocchi di Foligno-Santuari di Trento

Quarto uomo: Marini di Roma

Marcatori: 4’pt Ebagua (S), 15’pt Diop (J), 43’ st rig. Ferrari

Ammoniti: Murolo (J), Ebagua (S)

Angoli 5-4. Recupero 2’pt- 4’st

Note:  spettatori  circa 2600 (paganti 1177 per incasso al botteghino di 13,915 euro, abbonati circa 1480 con campagna abbonamenti ancora aperta, rateo non comunicato).

Domenico Ferraro