Premio Sele d’Oro: riconoscimento speciale per l’ex prefetto di Napoli Pansa

298

Continuano le attività del Premio Sele d’Oro Mezzogiorno, in programma ad Oliveto Citra, piccolo, ma attivissimo paesino del salernitano, fino al 7 settembre. Un’intera settimana dedicata a cultura, giornalismo, politica, economia, arte, teatro, musica, sport: il tutto legato da un unico filo conduttore, una riflessione sulla crescita e sulle potenzialità che il nostro Sud cerca, giorno dopo giorno, di far emergere, nonostante le difficoltà.

Ed è proprio in quest’ottica che vanno ad inserirsi i riconoscimenti speciali che il Premio Sele d’Oro e gli  Enti locali decidono di assegnare a figure che si sono particolarmente distinte per il loro contributo alla crescita del Mezzogiorno. Non a caso, quest’anno verrà assegnato un Riconoscimento Speciale per l’ordine e la sicurezza ad Alessandro Pansa, Capo della Polizia di Stato, personalità di questo territorio, testimonianza di quel Sud che può farcela. Sarà presente alla Cerimonia Conclusiva del Premio, sabato 7 settembre, il Prefetto Gerardo Cautilli, Direttore Centrale per gli istituti di istruzione presso il Dipartimento di P.S.

Grandi personalità dunque, a questa ventinovesima edizione che proprio oggi, 5 settembre – una data in cui si incrociano 2 storie e 2 destini: quella della nascita del padre della lotta alla mafia, Antonino Caponnetto, nel 1920 e della morte del Sindaco di Polla, ucciso in un attentato di sospetta matrice camorristica, Angelo Vassallo, nel 2010 –  punterà i riflettori sulla legalità.  Nel seminario “Mezzogiorno e cultura della legalità” si parlerà di una degli argomenti più scottanti della storia italiana, cercando di trovare delle possibili soluzioni ad un male che la nostra Nazione fa fatica a curare.

Appuntamento alle 18.30 all’Auditorium Provinciale con , tra gli altri, Salvatore Talleri, Presidente della Fondazione Caponnetto e Domenico Seccia, Procuratore di Lucera e autore del libro “La mafia sociale”.

pansaGiornata dedicata alla presentazione di ben due libri, invece, quella di domani, Venerdì 6 settembre, che vedrà protagonista Luca Bianchini e il suo “Io che amo solo te” al Caffè delle idee, momento d’incontro con i giovani del Sele d’Oro, mentre a seguire, nell’Auditorium Provinciale, il Prof. Amedeo Lepore presenterà il volume “La cassa per il Mezzogiorno e la Banca Mondiale: un modello per lo sviluppo economico italiano”. Oltre all’autore saranno presenti anche Agostino Attanasio, Soprintendente dell’Archivio Centrale dello Stato, Domenico da Empoli, Economista Università degli Studi di Roma “La Sapienza”; Amedeo Di Maio, Economista, Università degli Studi di Napoli “L’Oientale”; Luigi Mascilli Migliorini, Storico, Università degli Studi di Napoli “L’Oientale”; Francesco Menafra, Dirigente della ex Cassa ANCI per il Mezzogiorno, Vito Santarsiero, Sindaco di Potenza e Delegato ANCI per il Mezzogiorno e Giuseppe Soriero, Docente di Storia del Mezzogiorno, Università degli Studi “Magna Grascia” di Catanzaro – CdA SVIMEZ. Modererà Alfonso Ruffo, Direttore – editore de “Il Denaro”.

La giornata si concluderà con il “Premio Demo d’Autore – Sele d’Oro Music Contest”, dove a farla da padrone sarà la buona musica dei giovani gruppi musicali emergenti. Protagonisti della serata, che si svolgerà in P.zza Europa, a partire dalle ore 21.00, Visioni Distorte; Ars Divina; Giorgia Del Mese, Patto MC. Guest Star della serata: la cantautrice Arisa.

 

Share