Dopo la “manita” a Rende il Savoia in diretta tv per la partita con Akragas

222

SavoiaLa tv di stato accenderà le telecamere del suo canale sportivo per il prossimo turno allo stadio “Giraud” di Torre Annunziata per una sfida dal sapore particolare, nella quale, si respirerà già aria di promozione nonostante il massimo campionato dilettantistico sia appena all’inizio. Una di fronte all’altra due squadre in grande stato di forma che hanno cominciato la stagione nel migliore dei modi centrando due successi in due partite giungendo a questo appuntamento da momentanee “prime della classe” insieme a Cavese e Hinterreggio. Numeri impressionanti quelli del Savoia di Vincenzo Feola che come biglietto da visita mette in bella mostra: 10 reti fatte in due partite, a fronte di un solo gol subito e per giunta su calcio di rigore. Prima goleada all’esordio ai danni del Torrecuso a cui è seguita quella al Rende in Calabria sabato scorso. Tre marcature a testa per Meloni e Scarpa e due per Tiscione. Dall’altra parte l’Akragas di mister Rigoli, avversari di tutto rispetto che in altrettante vittorie consecutive, hanno realizzato 4 reti con 4 differenti marcatori senza subirne nessuna. Ingredienti per uno spettacolo assicurato che non mancherà di presentare anche una cornice di pubblico di quelle importanti. Appuntamento quindi da non perdere fissato per domenica 15 settembre alleore 13.00 in diretta su RaiSport 1 con telecronaca di Cristiano Piccinelli e commento tecnico affidato a Franco Peccenini.


 

E questo è il comunicato della Lega Nazionale Dilettanti, molto preciso e notevolmente affascinato da questo incontro, forse giunto troppo presto, ma che comunque richiamerà parecchi telespettatori non solo campani o siciliani. Savoia – Akragas è stata sempre una partita di cartello in serie superiori ed ora si affrontano con lo spirito di chi vuole impadronirsi dello scettro di regina del campionato. In effetti molti sono stati i colpi di mercato che hanno lanciato sin d’ora le due compagini in vetta alla classifica. E’ vero è troppo presto per parlarne, ma come si sa…chi ben comincia è a metà dell’opera. Oggi abbiamo, dopo solo due giornate, soltanto 4 squadre a punteggio pieno, segno questo che qualche differenza negli organici sia abbastanza visibile. Ma parliamo un pò dei biancoscudati, a Rende seguiti da 361 amanti di questa maglia, sono usciti entrambi dal Lorenzon tra gli applausi, e questo alla buona salute di chi parla male dei terribili di Torre Annunziata.

La squadra, sul campo ha fatto in pieno il suo dovere, infatti dopo aver subìto un gol su rigore completamente inventato dal signor Fabio Schirru di Nichelino, ha raccolto le idee ed ha cominciato a macinare gioco e preziosismi, sino a pareggiare prima, ribaltare il risultato e poi a maramaldeggiare con tocchi dei suoi solisti ed anche di qualche bella novità che sta crescendo. Da segnalare il comportamento dei seguaci oplontini, come al solito oltre le righe per l’incitamento continuo e per la correttezza nei confronti degli avversari, fino al parlare degli applausi reali del pubblico calabrese, che hanno sancito la prima sconfitta casalinga. Mai avevano perso in casa contro i bianchi e questo è il calcio che ci piace.
Insomma un Savoia bello da vedere e che fa ben sperare, ma guai a montarsi la testa, nel frattempo incombe la Coppa Italia e al Giraud torna una vecchia conoscenza del calcio torrese, quel Matera incontrato a Foggia con De Canio in panchina…i ricordi non passano, ma Savoia Matera è una partita da godersi, quindi via alla gara di mercoledi ore 15 con 5 Euro biglietto unico per la tribuna. Poi domenica Savoia – Akragas alle ore 13.00 anche in diretta su RAISPORT 1 e Avanti Savoia.

Ernesto Limito