Massa Lubrense, evento enogastronomico organizzato dal maestro Coccia, patron de La Notizia

248

pizza-margheritaUn sogno di una notte di fine estate a bordo piscina l’’elegante evento organizzato dal maestro Enzo Coccia, patron de La Notizia, rinomata pizzeria di Via Caravaggio di Napoli e dalla giornalista enogastronoma Laura Gambacorta in una location ideale per clima, bellezza e panorama, l’’Hotel ristorante Villa Eliana di Massa Lubrense, sulla collina di Sorrento, fra agrumeti ed uliveti ad un tiro di schioppo da Punta Campanella con vista sul mare di Capri, Ischia e dell’’azzurro golfo.


Mister Coccia, giunto con la sua fidata troupe, ha sistemato forno e friggitrice messi a disposizione dal maestro Stefano Ferrara, sulle terrazze quasi a sembrar sospesi tra cielo e mare e si è dato fare nel preparare le sue specialità in degustazione: prima le pizze al forno, con ingredienti della Divina Costiera: Marinara con alici di Cetara e pomodorini del piennolo del Vesuvio; con limone di Sorrento, mozzarella di bufala campana e Assolo (bresaola di bufalo); Margherita con mozzarella di bufala campana e pomodoro San Marzano a pachetelle; con tonno rosso, olive e pomodorini del piennolo. Si è passati alle fritte: Montanara con mozzarella affumicata (provola) di bufala e pomodorini del piennolo; con ricotta di bufala e foglia di limone; fritta con alici di Cetara e mozzarella affumicata (provola) di bufala; con ricotta di bufala, mozzarella affumicata (provola) di bufala, salame e pepe.
I vini in abbinamento non potevano essere che il Dubl Brut metodo classico dei Feudi di San Gregorio e Dubl Rosato metodo classico sempre dei Feudi di San Gregorio.

 

Nel parterre di ospiti, tra gli altri, Leone Gargiulo, sindaco di Massa Lubrense; Giuseppe Cuomo, sindaco di Sorrento; Paolo Gramaglia del President Hotel di Pompei, Antonella Rossi di Napoli Mia, Stefano Giancotti del Veritas restaurant di Napoli; Mariella Caputo della Taverna del Capitano; il direttore della Biblioteca Nazionale e fiduciario della Biblioteca dei Girolamini, Mauro Giancaspro e numerosi giornalisti e imprenditori della zona.

In esposizione i prodotti unici di quest’angolo di paradiso, in degustazione e impiegati nella preparazione delle otto pizze sono stati di Casa Barone per i pomodorini del piennolo del Vesuvio; mozzarella di bufala e latticini dei caseifici Il Casolare e Barlotti; Pomodori San Marzano di Danicop; Limoni della cooperativa Solagri; Salumi di bufalo del Consorzio Alba; Olio extravergine di oliva dell’azienda agricola Le Tore; Limoncello delle aziende del Consorzio Limone di Sorrento Igp; il Nocillo dell’azienda ‘E Curti, Guappa dell’Antica Distilleria Petrone. La torta per il gran finale del maestro pasticciere Sabatino Sirica di San Giorgio a Cremano.
Villa Eliana, posta sull’antico promontorio di Minerva, a poca distanza dal centro di Sorrento, è una affascinante architettura contemporanea, sobria, ricercata negli arredi con le ceramiche di Vietri, dotata di ogni confort. Un’elegante dimora privata fatta costruire negli anni ’60 dall’armatore Achille Lauro e dedicata alla seconda moglie Eliana. La villa, ristrutturata con cura dai fratelli Vinaccia, che l’’hanno acquistata nel 2000, è una splendida location per matrimoni, cerimonie, eventi, ricercata anche da stranieri in cerca di un salubre relax.

Mario Carillo