Si dimettono più della metà dei consiglieri, sciolto il Comune di Marigliano: arriva il commissario prefettizio

208

municipio mariglianoFinisce anzitempo la consiliatura del sindaco di Marigliano Antonio Sodano: oltre la metà dei consiglieri comunali hanno rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico. Cinque consiglieri del Pdl, gli esponenti di Pd e Udc hanno sfiduciato il sindaco di centrodestra, che per la verità è stato uno dei sindaci più “longevi” nel comune di Marigliano.

 

Dopo le dimissioni in massa degli assessori che componevano la giunta comunale si era pensato che lo strappo tra il sindaco e i consiglieri comunali pidiellini potesse rientrare. Invece in 5 insieme ai membri dell’opposizione hanno rassegnato le dimissioni facendo sciogliere così l’amministrazione comunale di Sodano che avrebbe terminato il suo mandato ad aprile.

Ora il prefetto di Napoli, Francesco Musolino, ha sospeso il Consiglio comunale di Marigliano a seguito delle dimissioni di oltre la meta’ dei consiglieri. Musolino ha inoltre nominato il commissario prefettizio, il viceprefetto Vittorio Zappalorto, in servizio presso il Ministero dell’Interno, in attesa del decreto di scioglimento da parte del Presidente della Repubblica.

Share