Scafati, i grillini avviano raccolta libri per l’inizio dell’anno scolastico

246

libri_cIn coincidenza con l’inizio dell’anno scolastico e del momento di difficoltà economica che molte famiglie scafatesi stanno vivendo, il Movimento 5 stelle ha promosso l’iniziativa ”Libro Solidale”. Una raccolta di libri e testi  attraverso donazioni volontarie, che saranno  destinati a quelle famiglie indigenti che hanno necessità di provvedere all’istruzione dei propri figli.

Avranno un ruolo importante anche i dirigenti delle scuole medie ed elementari scafatesi che coordineranno l’iniziativa assieme agli attivisti 5 stelle. Il progetto è partito ad inizio settembre e continuerà in varie piazze di Scafati con raccolta dei libri presso i gazebo nei restanti week end di settembre.

 

Di contro il diritto all’istruzione sembra essere stato scippato dalla giunta Aliberti che non ha minimamente provveduto a raccogliere le esigenze di decine e decine di famiglie. Non pagando di fatto gli esercenti che avrebbero dovuto espletare il servizio di consegna dei testi alle famiglie per ben 2 anni. In un documento protocollato al sindaco Aliberti e all’assessore De Marino il Movimento 5 stelle ha espresso ciò:

”Siamo coscienti che il particolare momento di congiunture economica e le evidenti difficoltà gestionali dello stato centrale non consentono agli amministratori locali di provvedere adeguatamente alle primarie necessità dei cittadini, ma non possiamo non manifestare la nostra disapprovazione sulla modalità di approccio adottata sul tema dei libri scolastici, a nostro avviso incapace di rispondere appieno ed in tempi ragionevolmente brevi alle esigenze immediate ed odierne. A tal fine vogliamo farvi presente che abbiamo avviato un’iniziativa denominata Libro Solidale, che ci vede impegnati nella raccolta di testi scolastici usati, frutto di donazioni dei cittadini scafatesi.

Tali testi, di concerto con i dirigenti delle scuole che stiamo coinvolgendo, potranno essere distribuiti da questi ultimi sulla base delle reali e concrete esigenze dei discenti. La riuscita di tale iniziativa può avvenire solo se c’è coinvolgimento ed interazione con le istituzioni, che riteniamo sempre e comunque garanti assoluti dei diritti di tutti i cittadini. Pertanto noi Vi chiediamo di supportarci con le risorse strutturali ed umane, non economiche, di cui è capace l’amministrazione, e di accogliere positivamente e promozionare tale iniziativa che pone alla base di tutto il volontariato e lo spirito cooperativistico mutualistico tanto caro alla nostra Costituzione”.

Aniello Danilo Memoli

Share