Al tributo a Gianni Versace si inaugura il nuovo progetto musicale di Giuseppe Gambi

269

1240325_527089800700953_1059672656_nIl lungomare partenopeo si è acceso martedì sotto la luce di mille riflettori e flash di fotografi per l’evento “Nineties – Gianni Versace Tribute”, organizzato da Life is Style Magazine, Damp Model Agency e HM Hair e Make up con la collaborazione dei tre locali più chic della città di Napoli (Much More, Vanilla Cafè e Nero Sushi).  La serata è stata condotta con brio e simpatia da Marta Mirandola e con un parterre curato dal giornalista partenopeo Lorenzo Crea. Protagonisti gli abiti di alta moda firmati Versace, tra cui le famose camice foulard di seta che hanno vestito le icone della moda degli anni ’90 da Linda Evangelista a Naomi Campbell e che ieri  il noto collezionista napoletano Antonio Caravano  ha voluto far conoscere al pubblico. La kermesse è proseguita poi con le creazioni di due giovani promettenti designer partenopei: Marco Maisto e il suo Cirque de l’Ombre, collezione ispirata “agli aspetti più decadenti e barocchi del circo”, e Stanislao Celato  con “ritorno al futuro”, collezione ispirata ad un donna emancipata dalla grande forza interiore. Presentata anche la nuova collezione beachwear di Ilaria Vitagliano per la primavera-estate 2014.

Questo è stato il primo di una serie di eventi che segneranno la stagione autunnale della moda partenopea, grazie anche alla collaborazione con l’agenzia napoletana Damp Model di Alessio Musella, alla continua ricerca di volti nuovi da inserire nel modo della moda. Premiata ieri la giovane modella Marina Bifulco selezionata per la copertina di Modazine, la nuova rubrica di Lismagazine dedicata alle nuove promesse del mondo della moda.

Presenti il fotografo Edoardo Tranchese, il giornalista Alfredo Mariani, l’attore Diego Sanchez, e non per ultimo l’esperto in comunicazione e tecnologie video, nonché sceneggiatore del film “Moda e Amore” di prossima uscita, Davide Guida, che ha curato le riprese della manifestazione.

A rendere omaggio alla città di Napoli e alla canzone napoletana è stata la grande voce del tenore Giuseppe Gambi, reduce da una stupenda stagione estiva che lo ha visto protagonista canoro in un gran numero di importanti eventi in tutto il Sud Italia, e che per la serata ha interpretato il brano inedito “Lungo ‘o mare luntano”, scritto da Roberto Bonaventura, già autore di Luciano Pavarotti.

Gambi, che ha attualmente in promozione il suo lavoro discografico “Amo la vita” con 14 brani divisi tra inediti e napoletani classici, sta realizzando con Bonaventura un ambizioso progetto per la rivalutazione della canzone napoletana classica nel mondo, e sarà ancora ospite di spicco venerdì alla finale nazionale “Ragazza Cinema Ok” al Grand Hotel Vanvitelli di Caserta.

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano