Napoli, arrestato il re dei “pacchi”: ha venduto a due turisti un mattone per un I-phone 5

726

porto di napoliSenza soluzione di continuità, l’impegno degli agenti dell’Ufficio prevenzione Generale della Questura di Napoli nella lotta per debellare il triste e famoso fenomeno dei “pacchi” a Napoli di cui, sempre più spesso, sono vittime i turisti.
Con l’impiego di una telecamera nascosta, nel pomeriggio di ieri, i poliziotti sono riusciti a documentare come il “truffatore di turno” ha raggirato due professionisti, giunti a Napoli per un congresso presso la Stazione Marittima.

 

Gli agenti, in servizio di appostamento, hanno atteso pazientemente il momento giusto per intervenire, avendo riconosciuto anche il truffatore per Salvatore Umberto Palmieri, pregiudicato di 43 anni, fratello maggiore di Umberto di 42anni, arrestato per il medesimo reato solo 10 giorni fa.

 

Palmieri salvatore 26.01.1970 TRUFFAPalmieri, avvicinatosi alle vittime, ha proposto l’acquisto di un I-Phone 5 per la modica somma di €.80,00.
Dopo aver mostrato all’acquirente l’i-phone originale, con rapidità, lo ha sostituito con una custodia, di colore nero, al cui interno vi era una piastra metallica, avvolta in due cartoncini.

I poliziotti sono intervenuti, appena si è conclusa la vendita, arrestando Palmieri perché responsabile del reato di truffa e restituendo alla vittima la somma appena corrisposta.
Palmieri è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in attesa d’esser giudicato, stamani, con rito per direttissima.

Share