“Alto Impatto” a Scampia, scoperti 5 kg di polvere pirica e un chilo di hashish

359

scampia-poliziaContinua incessante l’opera di prevenzione e repressione dei reati a Scampia da parte del Commissariato di Polizia e del personale del Reparto Prevenzione Crimine, come disposto dal Questore di Napoli.
Mirati controlli hanno consentito di arrestare tre persone e sequestrare sostanza stupefacente nonché polvere pirica per la fabbricazione di fuochi d’artificio.

In particolare, al termine di mirate ricerche è stato rintracciato e tratto in arresto Bruno Scannagatti 45enne napoletano; l’uomo è stato individuato nei pressi della sua abitazione in via Ghisleri. L’uomo è stato arrestato in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli per il reato di evasione.
Nello stesso contesto, dopo una serie di accertamenti, si è proceduto alla cattura di Giuseppe De Luca, napoletano 30enne. L’uomo è stato bloccato nei pressi della sua abitazione di via Cupa della Vedova; la cattura scaturita in esecuzione del provvedimento restrittivo in quanto condannato ad una pena di anni 3 e mesi 11 di reclusione per un cumulo pene.

Infine è stato posto agli arresti domiciliari Ernesto Palmieri, napoletano 41enne; l’uomo è stato condotto nella sua abitazione di via E. Scaglione dovendo espiare la pena di mesi 3 e 8 giorni. di reclusione per il reato di truffa e falso.
I servizi di controllo e contrasto alla criminalità hanno poi consentito il sequestrare una pianta di marijuana che, un noto pregiudicato di Miano, coltivava sul terrazzo della sua abitazione; l’uomo, R.C. 45anni è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

 

Inoltre, celati all’interno di una cantina abbandonata, presso un complesso residenziale in via Labriola, sono stati rinvenuti 10 panetti di hascisc per un peso complessivo di un chilogrammo, 5 kg di polvere pirica, normalmente utilizzata per la preparazione di fuochi d’artificio ed una pistola giocattolo priva di tappo rosso.
Sul fatto sono in corso ulteriori accertamenti al fine di individuare gli utilizzatori della cantina, adibita a deposito illegale da parte di personaggi sicuramente collegati con la criminalità organizzata.

Share