Un marittimo arrestato per rapina dai Carabinieri di Torre del Greco

177

Continua la violenza sulle donne.carabinieri arresto

I Carabinieri del Comando Stazione di Torre del Greco Capoluogo hanno proceduto all’arresto di un marittimo di Torre del Greco, P.R. di anni 40, per il reato di rapina.

L’uomo, già separato da oltre due anni e con il domicilio presso un’altra abitazione di Torre del Greco, ieri sera, in Via Traversa del Viale Campania, appena sbarcato dalla nave per un periodo di licenza, non ha esitato ad organizzare un piano criminoso, aspettando per strada la sua ex moglie e la figlia minore che si ritirassero a casa per aggredirle.

Il marittimo, che si era nascosto dietro alcune auto in sosta, non appena le ha viste arrivare si è letteralmente lanciato addosso alla sua ex moglie ed ha incominciato ad aggredirla, minacciando di ucciderla se non gli avesse dato le chiavi di casa. La donna opponeva resistenza alla sua richiesta e lui continuava a percuoterla. Non avendo trovato in tasca della moglie le chiavi di casa delle quali lui voleva impropriamente impossessarsi, iniziava a percuotere la figlia minore di 16 anni e mentre le tirava i capelli con violenza, introduceva la mano nella tasca dei pantaloni della ragazzina e si impossessava delle chiavi dell’appartamento. Immediatamente dopo, le abbandonava per strada e si introduceva nell’abitazione illegittimamente, impedendo alla due malcapitate di entrare nel proprio appartamento.

Durante le percosse la donna chiamava i Carabinieri del Comando Stazione di Torre del Greco Capoluogo che giungevano sul luogo immediatamente e, agli ordini del Comandante Vincenzo Amitrano e del Capitano Michele De Rosa, Comandante della Compagnia corallina, procedevano all’arresto del marittimo per il reato di rapina.

Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata, nella persona del S. Procuratore Dott. Emilio Prisco, il marittimo veniva tradotto agli arresti domiciliari nel suo appartamento di Via San Gennariello in attesa di giudizio.

I Carabinieri provvedevano a restituire le chiavi alla donna che poteva rientrare in possesso del suo appartamento. La donna e la giovane venivano fatte visitare presso l’Ospedale Maresca dove gli riscontravano delle ecchimosi di lievi entità sul corpo di entrambe.

Share