Acerra: “Music for Life”, per spegnere il fuoco che brucia le nostre Terre. Ci sarà Marco Ligabue

music for lifeUn’altra serata per continuare a mantenere alta l’attenzione sulla delicata questione ambientale ad Acerra. Dopo l’assemblea pubblica in ricordo della piccola Tonia e la “Fiaccolata per la Vita contro le Ecomafie”, ora Acerra va di scena con “Music for Life, per spegnere il fuoco che brucia le nostre Terre”. Organizzata dall’associazione “Osea” con il patrocinio del Comune, la manifestazione si terrà domenica prossima 20 ottobre alle 18,30, presso il granile del Castello baronale di Acerra (piazza Castello).

Obiettivo: rivendicare il diritto alla vita e alla salute in modo diverso, facendo parlare la musica, la danza, il teatro e la cultura. Ospiti: il professor Alfredo Mazza, ricercatore associato Cnr Napoli e responsabile del servizio cardiologia polo oncologico Asl Pagani (Sa), l’AIL associazione italiana linfomi e leucemia sezione di Napoli, Prisco Lucio Sorbo, direttore Coldiretti Napoli, Paolo Petrella della “Lega Agricoltori Acerra”, i volontari “Amici del Riullo” e Rosa Anatriello, presidente Archeoclub di Acerra.

Si esibiranno: il cantante Marco Ligabue, fratello di Luciano Ligabue, il baritono Felice Tenneriello, Luigi Iannuzzi e il rapper ‘Dope One’; gli attori Ottavio Buonomo della compagnia “Il Teatro di Ottavio” e Angelo Perotta della “Comic Art”. Presenti gli allievi della scuola di danza Aba.

Durante la manifestazione rimarrà esposta la mostra fotografica “Acerra adotta Acerra”, a cura di Gianluca Belaeff. Nata dall’omonima campagna di sensibilizzazione lanciata dal quotidiano online il “Gazzettino Locale di Acerra”, la mostra raccoglie tutti i messaggi-foto lanciati dalla cittadinanza acerrana attraverso la redazione. Tutte le istituzioni, associazioni, i comitati e la cittadinanza sono invitati a partecipare.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedentePalma Campania, Recupito (PdL): “No al gioco d’azzardo, i bar cittadini eliminino le macchinette infernali”
SuccessivoStava per salire su un bus diretto a Pordenone, imprenditore di Pompei bloccato con 40 grammi di cocaina
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.