Quando gli episodi ed un pizzico di fortuna aiutano a vincere…

209

Miralem Pjanic ha portato in vantaggio i giallorossi al termine del primo tempo con un calcio di punizione spettacolare che non ha lasciato nessuna possibilità di intervento al portiere del Napoli Pepe Reina.

Un lampo di luce accecante, potremmo anche dire. Se non fosse che, a disturbare la visuale dell’estremo difensore spagnolo, sia intervenuto anche un fattore esterno, ossia un raggio laser proveniente dalla Curva Sud, il settore occupato dagli ultras della Roma.

Poi il rigore concesso da Orsato alla Roma é una fatale errore, l’azione ha inizio fuori dall’area quando Cannavaro cerca di prendere la posizione abbracciando in modo improprio Borriello che a sua volta trascina il difensore azzurro verso il basso, strattonandolo per la maglia e causando a Cannavaro un taglio di quindici centimetri sul petto. In questo casi va cagionato il fallo all’attaccante e non al difensore.

Insomma, punizione da ripetere sulla rete di Pjanic e rigore insistente su Borriello, siamo proprio sicuri che la Roma avrebbe vinto senza le distrazioni, chiamiamole così dell’arbitro Orsato?

Il calcio é così, due goal falliti di Pandev e Insigne, sono stati il preludio alla scia fortunosa dei due episodi a favore della Roma, che hanno concesso ai capitolini di vincere.

Cosimo Silva

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano