Il Savoia cade in Sicilia, arriva la prima sconfitta per la formazione torrese

296

Savoia-2013-2014A Siracusa va in scena la 9° giornata del campionato di Serie D, girone I, il Savoia si presenta in campo con alcuni cambiamenti in formazione, ma andando in ordine , la squadra torrese si schiera in campo con: Maiellaro, Petricciuolo, Viglietti, Manzo, Stendardo, De Liguori, Longo , Gargiulo, Del Sorbo, Scarpa, Carotenuto. L’allenatore del Noto,Betta,  fa scendere in campo: Scordino, Sgambato, Giudice, Salese, Noto, Nigro, Ciccone, Conti, Saani  , Lachelheb, D’Angelo.

Primo Tempo- La partita per il Savoia si metta subito male, quando al 7’ i padroni di casa passano in vantaggio con Saani, che grazie ad un assist del compagno di squadra Lacheheb riesce a battere Maiellaro e a siglare il momentaneo 1-0. Il Savoia tenta di rialzarsi , Scarpa ci prova su calcio di punizione, l’ottimo tiro del capitano del Savoia però trova i guantoni di Scordino, che riesce a deviare in angolo. Ancora Savoia al 28’, questa volta invece Carotenuto manda fuori un occasione d’oro,  non sfruttando quindi l’errore della difesa siciliana. Quattro minuti dopo però,  De Liguori riesce a mandare in rete la sfera , con un missile da fuori aria e ristabilisce così il punteggio a fine primo tempo sullo 1-1 .

Secondo Tempo-  Nella seconda frazione di gioco il secondo allenatore del Savoia, Suppa, effettua due cambi , dentro Meloni e Tiscione al posto di Carotenuto e Longo. Nei successivi minuti il Savoia ha in mano il controllo del gioco, ma inizia a creare occasioni utili solo dal 75’, Petricciuolo infatti, riesce a servire con unno splendido cross, la punta del Sorbo, quest’ultimo però spreca l’occasione mandando la palla a lato. Poichissimi minuti dopo ancora la coppia Petricciuolo- Del Sorbo, quest’ultimo ancora, si vede sfumare la sua doppietta dal palo. Il vero disastro, o meglio, la vera beffa accade in piena Zona Cesarini, al 92’ infatti, a causa di un cattivo disimpegno della formazione torrese,  Allegretta riesce ad arrivare al tiro, parato da Maiellaro, che sulla ribattuta di Scapellato però non può  nulla, poco dopo l’arbitro fischia la fine del match, Noto 2- Savoia 1. Già da qualche partita il Savoia aveva mostrato un evidente calo, questa sconfitta stranamente, può solo aiutare il Savoia a rialzarsi, ricordando a tutti da dove è partita questa squadra e dove vuole arrivare, senza mai mollare e smettere di lottare, o come dicevano un tempo gli antichi legionari romani, “Usque ad finem” (“fino alla fine”).

 

 

 

 

USD NOTO: Scordino, Sgambato, Giudice, Salese, Noto, Nigro, Ciccone, Conti, Saani (72′ Esposito) , Lachelheb (89′ Scapellato F.), D’Angelo. A disp.: Scaffia, Montalto, Corsino, Cassese, Germano, Esposito, Scapellato D., Allegretti. All.: Betta.

USD NOTO 2

AC SAVOIA 1

 

AC SAVOIA: Maiellaro, Petricciuolo, Viglietti, Manzo, Stendardo, De Liguori, Longo (59′ Tiscione), Gargiulo, Del Sorbo, Scarpa, Carotenuto (51′ Meloni). A disp: Rinaldi, Criscuolo, Ruscio, Di Pietro, Mocerino, Terracciano, Esposito. All.: Suppa( al posto dello squalificato Feola).

 

ARBITRO: De Angeli di Abbiate Grasso.

 

MARCATORI: 7′ Saani (N), 31′ De Liguori (S), 92′ Esposito (N).

Ammoniti: Saani (N), Scarpa (S), Scordino (N), Nigro (N). Angoli: 6-3 per il Savoia. Recupero: 1’pt, 3’st.

 Marco Ametrano