Volla, terremoto in giunta. Festa rompe con gli alleati in consiglio comunale

300

vollaTerremoto in giunta a Volla. Le dichiarazioni in consiglio comunale di quello che sicuramente si appresta ad essere l’ex assessore della giunta Guadagno, Riccardo Festa hanno creato imbarazzo e una latente crisi politica nella maggioranza.

Durante il consiglio comunale del 28 ottobre, nel quale ancora una volta la minoranza ha richiesto informazioni sullo stato attuale del PUC, l’assessore all’Urbanistica Riccardo Festa, appunto, ha dichiarato che a Volla vi è un assessore abusivo. E rincara la dose affermando che il predetto assessore “fa riunioni con un tecnico abusivo sul Puc al di fuori del Festa2comune”. Questo potrebbe far intuire che, mentre tutti pensavano che il piano urbanistico fosse in elaborazione con l’ausilio dell’Università, il continuo temporeggiare e l’assenza di documenti cartacei visibili riguardo l’argomento nascondevano una realtà drammatica, ovvero  che l’assessore fosse bloccato nel suo lavoro amministrativo da terzi (probabilmente dal Partito Democratico che aveva confermato l’incarico a festa) che in realtà tengono in mano le redini di una questione importantissima come il PUC, nella totale inconsapevolezza da parte del consiglio e dei cittadini.

Certo è che il Puc è ancora in alto mare e che quanto annunciato dallo stesso Festa, cioè la realizzazione di un nuovo Piano Urbanistico Comunale in pochi mesi, è rimasto solo un annuncio e null’altro.

La dichiarazione ha ovviamente lasciato a bocca aperta il consiglio e spinto il Sindaco Angelo Guadagno a chiedere anche se indirettamente le dimissioni dell’assessore. Intanto l’ultima dichiarazione di Riccardo Festa, che non sembra intenzionato a dimettersi, ma in attesa di essere sfiduciato dal primo cittadino, pubblicata sulla pagina Facebook dell’assessorato all’Urbanistica del Comune di Volla recita così: “Dire la verità porta a una condizione di isolamento e di solitudine, è vero, ma sempre meglio di una tolleranza servile di fronte alle cose quali si danno e mostrano. Lo spirito di dissenso e non di compromesso ha prevalso rispetto allo status quo di intollerabile mistificazione della realtà”.

Dal canto suo il primo cittadino vollese, ovviamente per nulla entusiasta delle dichiarazioni dell’esponente di Sel, ha caldo ha dichiarato che “gli uomini passano i partiti restano”, chiarendo che in ogni caso Sinistra Ecologia e Libertà, pur non avendo un esponente in consiglio comunale, avrà comunque un rappresentante in giunta essendo una forza di coalizione elettorale. Raggiunto telefonicamente Guadagno ha preso tempo dicendosi sereno e affermando che nei prossimi giorni prenderà la sua decisione. Unica cosa confermataci è che di sicuro ci sarà un rimpasto di giunta, con una “redistribuzione delle deleghe”, ma sulla sfiducia a Festa la il primo cittadino si è riservato di rispondere.

Magari Riccardo Festa resterà in squadra? E se sì con queli deleghe?

Martina Scognamiglio

Share