Boscotrecase, ladri nell’edificio scolastico di via Annunziatella. Scomparsi almeno 40 computer

304

scuola boscotrecaseBrutto colpo per la scuola elementare Papa Giovanni Paolo II di Boscotrecase, violata e saccheggiata in maniera gravissima nella notte tra venerdì e sabato scorso.

Lo storico edificio scolastico boschese di via Annunziatella, da quest’anno istituto comprensivo unitamente alla Media “Cardinal Prisco”, retto dalla dirigente dott.ssa Carmela Sorrentino, ha da sempre ospitato e formato tutti i cittadini di Boscotrecase, ma ciò non ha fermato la mano di chi scientemente ha pensato ad un colpo facile facile, ad un bottino consistente alla faccia dei tanti giovanissimi utenti della scuola che insieme ad essa oggi si vedono violentati nei propri diritti e del proprio futuro.

La banda di ladri, ben agguerrita e si direbbe anche ben informata, si sarebbe introdotta nell’edificio dalla parte nord, lato municipio, ben nascosti al, comunque esiguo, traffico cittadino della strada su ci si affaccia l’edificio, forzando la grata del bagno dei disabili. Il danno è enorme. I malviventi entrati al primo piano hanno divelto il cancello di ferro della sala multimediale, aperto la porta e si sono impossessati di circa venti computer. Sono poi passati alla stanza del dirigente dove indisturbati hanno potuto forzare un armadio blindato che conteneva un’altra ventina di notebook, nuovi e non ancora messi in funzione.

L’ultimo pensiero è stato poi per la segreteria. Anche qui hanno arraffato alcuni Pc, e delle videocamere custodite in un altro armadio blindato. A finire nelle grinfie dei malviventi anche due televisori anch’essi nuovi, ancora inballati.

Si presume che i ladri siano stati impegnati per diverso tempo nella loro triste irruzione, senza che nessuno udisse e vedesse alcunché. Solo in mattinata poi, allertate da alcuni ragazzi che giocando nei campetti sportivi della scuola media notavano la finestra aperta, le forze dell’ordine sono intervenute, hanno avvisato i vertici dirigenziali della scuola e iniziato le indagini. Amara la sorpresa per dirigente e segreteria, nel rinvenire, all’entrata negli uffici scolastici lo scempio, lo sfregio e la distruzione lasciata da quelli che non sono altro che delinquenti senza futuro.

Intanto per domani, lunedì 4 novembre, la scuola resterà chiusa alle attività scolastiche e nei prossimi giorni l’intero edificio dai dirigenti ai collaboratori e ai giovani studenti proverà a riprendere la normale attività educativa provando a superare questo ennesimo sfregio al futuro di chi ha ancora tanto futuro da affrontare e da oggi dovrà confrontarsi anche con la stupidità e l’aridità andata in scena la scorsa notte proprio nell’edificio scolastico boschese.

Giuseppina Cirillo

Share