Acerra, la Polizia sequestra una pistola usata per rapinare e violentare una donna

638

pistola proiettiliUna donna di 27 anni, madre di tre figli minori, è stata arrestata dagli agenti del Commissariato di P.S. Acerra, perché responsabile del reato di detenzione di arma clandestina, nonché di munizionamento anche da guerra.

La 27enne, convivente di un pregiudicato attualmente detenuto, all’interno di un mobile con anta basculante e chiuso a chiave, ubicato in camera da letto, nascondeva una pistola perfettamente efficiente, marca Cabrioue Nationale Herstel Belgique calibro 7,65, completa di caricatore con all’interno 7 cartucce, oltre ad altre 30 cartucce di vario calibro (9 parabellum, 38, 9mm e 7,65).

L’arma è risultata quella con la quale il convivente 33enne, nel maggio 2013, minacciò una donna in Casoria (NA) per rapinarla e violentarla, motivo per il quale attualmente è detenuto.

La 27enne è stata arrestata e, in considerazione del fatto che è madre di 3 figli minori, è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari, nella sua abitazione in Via Madonelle al Parco Gescal di Acerra.

L’arma con matricola punzonata e le munizioni, sono state sequestrate dai poliziotti.

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano