Scafati, vasche di laminazione. Paolino, propone un incontro tra le parti politiche e l’Arcadis per approfondire il progetto

Monica Paolino PdLIn merito alle polemiche sollevate, in particolar modo dal PD, sulla realizzazione delle due vasche di laminazione, previste nel progetto relativo alla rete fognaria di Scafati, finanziato dalla Regione Campania, per 28 milioni di euro, il consigliere regionale Monica Paolino dichiara quanto segue:

“Il grande lavoro di squadra che ha portato al finanziamento della rete fognaria, grazie alla delibera sull’accelerazione della spesa, approvata dalla giunta Caldoro, che ha sbloccato 37 milioni di euro, dei quali 28 milioni destinati solo a Scafati, rappresenta un’opportunità unica e irripetibile.

Non si può pensare, neanche solo per un attimo, di poter perdere l’occasione di completare il processo di disinquinamento del fiume Sarno e di risolvere definitivamente  il problema degli allagamenti. Le vasche di laminazione sono parte integrante di questo progetto, che prevede, la presenza su quest’ultime di parchi giochi e aree adibite a verde.

Se su tale argomento esistono diverse opinioni o resistenze, sarebbe più giusto, invece di ragionarne sui giornali, approfondire l’argomento, tutti insieme, nelle sedi opportune. E’ auspicabile, pertanto, evitare strumentalizzazioni o atteggiamenti ambientalisti di facciata. E’ per questo, che propongo un  tavolo tecnico, con le parti politiche, l’Arcadis e l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Edoardo Cosenza, volto ad approfondire e a raccogliere eventuali proposte, per  migliorare il progetto e magari arricchirlo di nuove idee. E’ questo il percorso, che, qualche mese fa, abbiamo intrapreso con alcuni sindaci dell’Agro, che erano contrari alle vasche di espansione previste nel progetto Grande Sarno.

Dinnanzi ad un finanziamento di tale portata e alla soluzione di uno dei problemi ambientali più drammatici, bisogna necessariamente essere costruttivi, evitando posizioni qualunquiste”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteRivellini: da Indaver (azienda che brucia rifiuti Napoli) arriva la conferma, i fessi siamo noi!
SuccessivoSant’Anastasia: “Sant’Antuono, Sant’Antuono tecchete ‘o viecchio e caccia ‘o nuovo”
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.