Tagli ai fondi all’Università di Salerno, Iannone: “la vergogna del Governo Letta”

179

iannone“Il taglio operato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ai fondi per l’Ateneo salernitano è l’ennesimo crimine del Governo Letta”. Così, il presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone.

“L’assegnazione delle risorse per il 2014, con un 3,68% in meno- continua- mortifica l’Università degli Studi di Salerno, realtà efficiente che vanta una qualificata offerta didattica al prestigioso Ateneo- sottolinea- rappresenta un’altra vergogna del Governo centrale ai danni del nostro territorio. Nel corso degli anni, il seconda città della provincia di Salerno”.

“Lo sciagurato taglio alle risorse destinate campus salernitano, infatti, è cresciuto arricchendosi di laboratori e spazi per lo studio e la ricerca scientifica fruibili da numerosi iscritti provenienti da diverse realtà geografiche d’Italia, segnando, così, un successo a livello nazionale per l’Ateneo”. “Al rettore Aurelio Tommasetti,  il cui mandato rappresenta una garanzia per la crescita culturale e scientifica dell’Università- conclude Iannone- agli studenti, ai docenti ed al personale tutto, esprimo la mia solidarietà per la punitiva rideterminazione dei fondi assegnati, atto che penalizza, ancora una volta, la formazione degli studenti ed il loro accesso al mondo del lavoro”.

Share