Napoli, scommesse clandestine: scoperta agenzia “abusiva”

174

poliziaIeri pomeriggio, i poliziotti del Commissariato Decumani, hanno scoperto nel Quartiere Pendino una sala giochi clandestina con annessa un’attività di scommesse abusive.

Nel corso del controllo amministrativo, i poliziotti hanno sequestrato alcuni monitors, delle stampanti e materiale cartaceo tra cui alcune ricevute da gioco.

Sul posto è stata identificata la titolare dell’attività clandestina, una 73enne residente a pochi metri dall’agenzia ed il figlio 42enne, entrambi con precedenti di polizia a carico.

Alla donna è stata contestata una violazione amministrativa punita con il pagamento di 1032 euro per aver attivato una sala giochi con due tavoli da biliardo ed un calcio balilla senza aver ottenuto la prevista licenza comunale.

I due sono stati inoltre denunciati in stato di libertà per aver svolto l’attività di accettazione e raccolta di scommesse senza le previste autorizzazioni, per esercizio di gioco d’azzardo e per aver infine omesso di apporre in vista agli avventori, la tabella dei giochi proibiti così come previsto dalla legge.