Volla alla deriva: Annone ritorna a criticare l’amministrazione

224
annone

“Non se ne può più i cittadini sono lasciati allo sbando”. A parlare è il consigliere di minoranza Giuseppe Annone che affonda il colpo, ancora una volto contro l’amministrazione del sindaco Guadagno.
“A parte la programmazione della maggioranza, tanto esaltata durante la campagna elettorale, ormai superata, inutile ricordare le promesse sul PUC, l’organizzazione degli uffici per far ripartire la macchina comunale nel modo più efficiente.

Per quest’ultimo però – aggiunge l’ex assessore in una nota – dobbiamo dare atto che l’Amministrazione ha mantenuto la parola ha riorganizzato gli uffici. Infatti l’ufficio SUAP è stato riorganizzato cambiando parte del personale, addirittura riducendolo a due sole persone che oggi si ritrovano a dovere effettuare lo stesso lavoro che prima veniva svolto da tre, questa manovra a portato ad un blocco dello sviluppo del Paese per diversi mesi, a discapito delle nuove attività sul territorio che in alcuni casi si sono visti multare perchè sprovvisti di titolo autorizzativo, nonché un lavoro all’interno degli uffici comunali che si è accumulato portando ulteriori lungaggini burocratiche.

La Polizia Municipale è stata riorganizzata – si legge ancora nella nota di Annone – con orario di lavoro tale da lasciare il territorio privo di vigilanza nei giorni dispari dalle 14,30 fino alle 8,00 della mattina seguente e nei giorni pari dalle 18,00 alle 8,00 del giorno seguente, il servizio invece viene totalmente sospeso il sabato e la domenica lasciando il territorio al libero arbitrio senza controllo e senza regole.
Per non parlare poi dei rifiuti. A tutti è capitato di leggere su una tabella davanti al comune che la raccolta differenziata a Volla ha raggiunto il 69% ma nonostante il dato la gente continua a chiedersi come mai per le strade del paese si vende tanta spazzatura, o addirittura accumulata nelle zone periferiche, ma ancora di più si chiedono come mai i cittadini, di un paese virtuoso come Volla che raggiunge il 69% per la raccolta differenziata, non hanno delle premialità sul pagamento della tassa sui rifiuti”.

Non può mancare da parte di Giuseppe Annone una stoccata a quello che una volta era il suo pane quotidiano in qualità di assessore ai Lavori Pubblici:
“Inoltre il territorio risulta privo di un adeguata manutenzione sia straordinaria che ordinaria, le strade risultano distrutte e con le piogge dell’ultimo periodo la situazione è ulteriormente peggiorata, la Pubblica illuminazione funziona al 40% basta camminare la sera sul territorio è notare strade illuminate a singhiozzo.
Carente risulta anche la manutenzione nelle scuole, che nonostante siano stati spesi denaro pubblico, ancora oggi ci sono le criticità sempre denunciate, e nonostante lo sforzo dei genitori di attintare le aule a proprie spese e con le proprie forze si sono trovati abbandonati senza corrette indicazione dell’Amministrazione sulla scelta dei materiali e dei colori da utilizzare”.

La nota del consigliere continua riallacciandosi con le ultime polemiche dello scorso autunno. “La potatura e l’abbattimento degli alberi effettuata senza programmazione e la manutenzione delle aiuole non viene effettuata come da contratto.
Con l’arrivo del nuovo anno, inoltre, non è stata rinnovata l’assistenza scolastica ai bambini disabili costretti così a restare a casa.
Per altri servizi che a breve scadranno non risulta ancora avviata la procedura di gara, ma tanto, già in tempi non sospetti, si parlava di proroga.
Per finire, come la ciliegina sulla torta, la chiusura del mercato ortofrutticolo di Volla, che ha visto molte famiglie vollesi in seria difficoltà economica, non solo riferito a chi vi lavora all’interno ma anche dei piccoli contadini che arrotondavano il proprio bilancio familiare portando in quel mercato i pochi frutti raccolti dalle proprie terre”.