Pomigliano d’ Arco: sacchetti della differenziata identificabili nelle zone mercatali

262

rifiuti mercato

Le aree destinate ai mercati nel Comune di Pomigliano d’ Arco, in via Gramsci, ex via De Serpi e in via Miccoli, da troppo tempo vertono in condizioni igienico sanitarie ai limiti del legale.

Le “bancarelle” che settimanalmente da anni sostano nei  due quartieri, suggellando uno “status simbol” che è quello dei mercati rionali, lasciano un vero e proprio sudiciume. Dopo l’ ennesima lamentela degli operatori ecologici e dei cittadini che vivono a ridosso delle due aree interessate, il sindaco Lello Russo è intervenuto  prendendo provvedimenti e dando nuove disposizioni ai commercianti. Tali disposizioni diverranno effettive a partire dalla prossima settimana.

Per evitare il disastro ecologico lasciato dopo la fiera ad ogni commerciante saranno distribuiti quattro sacchetti per la raccolta differenziata (carta e cartone, plastica alluminio e banda stagnata, secco indifferenziato, sezione organica) e questi sacchetti saranno personalizzati nella maniera più semplice e distintiva ovvero apponendo sugli stessi i propri nominativi.

Il primo cittadino in maniera inflessibile aggiunge: “Il persistere di una situazione igienico sanitaria insostenibile, costringerebbe, in caso contrario, l’ amministrazione comunale a sospendere sine die le attività mercatali”. Verrebbe cosi negata ai cittadini la possibilità di poter far fronte alle proprie necessità primarie acquistando prodotti genuini con prezzi modici, alla portata delle famiglie medie cittadine, che sono quelli che si trovano nei mercati di quartiere.

Cinzia Porcaro

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano